IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, la fitta agenda di Cardinale dopo il signing: tra rinnovi e stadio

Il Milan ringrazia i suoi tifosi sotto la curva.

Il signing è questione di ore, ovvero la firma sul contratto preliminare vincolante, che di fatto definirà il passaggio del Milan a RedBird

Redazione Il Milanista

Il signing è questione di ore, ovvero la firma sul contratto preliminare vincolante, che di fatto definirà il passaggio del Milan da Elliott a RedBird. Gerry Cardinale è atteso a Milano e ha già una fitta agenda di impegni dopo le firme e l'acquisto del club rossonero.

INCONTRO CON MALDINI - Come riporta La Gazzetta dello Sport, il primo incontro sarà con Paolo Maldini, a cui spiegherà il suo progetto per il futuro del Diavolo. Dopo lo scudetto conquistato, l'obiettivo del fondo americano è quello di far crescere ulteriormente il Milan dentro e fuori dal campo. Il dt rossonero, qualche giorno fa, ha chiesto garanzie sugli investimenti e sulla voglia di riportare il club a lottare anche con i top team europei. E Cardinale lo accontenterà. L'incontro tra i due potrebbe avvenire domani e giovedì, o comunque prima della fine di questa settimana. Oltre che dei progetti di RedBird, al centro di questo vertice ci sarà anche la questione del rinnovo di Maldini e anche del ds Frederic Massara, che farà parte pure lui del nuovo Milan.

NUOVO STADIO - C'è poi un altro tema che sta molto a cuore al numero uno del fondo americano, vale a dire la questione che riguarda il nuovo stadio. Nel viaggio a Milano dei giorni scorsi, Cardinale ha visitato diverse zone in cui potrebbe essere costruito il nuovo impianto, tra cui ovviamente anche San Siro e Sesto San Giovanni. Come per Elliott, anche per RedBird, per tornare competitivi anche in Champions League e ridurre il gap con i top club europei, serve avere il prima possibile un nuovo stadio di proprietà e multifunzionale.