news milan

Messias, che sfortuna! Nuovo infortunio: i tempi di recupero

Junior Messias, attaccante del Milan.

Ancora problemi per il fantasista brasiliano dopo la gioia del debutto in rossonero a Bergamo contro l'Atalanta di Gasperini.

Redazione Il Milanista

Ancora problemi ed ancora sfortuna per JuniorMessias. Il 31enne ex Crotone arrivato al Milan questa estate al termine di una bellissima storia, è di nuovo out. A quanto pare nulla di serio, si parla di un semplice affaticamentomuscolare ma è evidente che la cosa debba essere monitorata con attenzione dal momento che il brasiliano si era appena risistemato dal punto di vista fisico.

PARTITA A DUE VOLTI NELL'ESORDIO CONTRO L'ATALANTA - Dopo aver recupero la condizione contro l’Atalanta era arrivata la prima convocazione da sogno con il Milan e anche la soddisfazione del debutto. Per lui un quarto d’ora circa di partita dai due volti in cui ha prima partecipato attivamente all’azione del terzo gol di Leao e ha poi provocato fortuitamente il rigore del primo gol atalantino.

 Il Milan esulta sotto il suo spicchio di curva.

L'EMOZIONE IN CONFERENZA DI MESSIAS - Ripercorriamo qualche parole del brasiliano al suo approdo al Milan: "Essere qui è il massimo della vita, chiunque vorrebbe essere al mio posto. Per me è motivo di orgoglio e di soddisfazione, perché il lavoro e i sacrifici del passato sono stati ripagati. Questa maglia ha una storia impressionante. Capisco anche che i tifosi si aspettassero un nome importante alla fine del mercato però mi hanno dato fiducia, e dovrà essere ripagata sul campo e non a parole. Penso di essere qui nel momento giusto: a 30 anni la testa è diversa rispetto a quando ne hai 20, se sono arrivato adesso è perché doveva andare così".

SULLA TRATTATIVA - "Non ho dormito perché aspettavo la notizia, alle 2.30 mi ha chiamato il procuratore e poi ho parlato con tutti, con il presidente del Crotone ma anche con Maldini e Massara. Ero veramente contento. C'erano anche altre squadre interessate, ma quando c'è il Milan di mezzo non pensi ad altro".