L’infettivologo Galli: “L’intervento delle ASL è inevitabile. Derby di Milano? Mi aspetto di tutto…”

Le parole di Massimo Galli

di Redazione Il Milanista

MILANO – Il primario del reparto di malattie infettive dell’ospedale Sacco, Massimo Galli, è intervenuto sulle frequenze di Radio Punto Nuovo facendo luce sulla situazione relativa al protocollo anti-Covid attualmente in atto nel mondo del calcio: “Se si vuole mantenere quel minimo di sportività, bisogna dire che i protocolli scricchiolano. È un momento molto difficile, con una serie di segnali che ci impongono di invertire la tendenza. Per passare la nottata non dobbiamo stare fermi, ma occorre fare le cose con giudizio. Attualmente il protocollo non regge. L’intervento delle ASL è inevitabile ed è stabilito dal decreto vigente”.

Serie A

SUL DERBY DI MILANO – “Mi aspetto di tutto, con una situazione che potrebbe coinvolgere proprio la ASL della città. I contatti dei positivi dovrebbero essere quarantenati, quindi l’intera squadra dovrebbe andare in quarantena quando un giocatore rimane contagiato. Nel momento in cui c’è una prima positività e poi le seconde, ci devono essere necessariamente allenamenti individuali. Il protocollo della FIGC fa una grossa fesseria nell’isolare solo i positivi e non i contatti. Se il calcio è a rischio? Non c’è settore produttivo che non debba prendere in considerazione l’idea di fermarsi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy