LA MOVIOLA – Guida grazia Conti, Izzo e Suso.

Torino-Milan non finisce al 2 a 0 sancito sul campo dello Stadio Olimpico Grande Torino

di Redazione Il Milanista

LA MOVIOLA

LA MOVIOLA – Guida grazia Conti, Izzo e Suso.

La Moviola
La Moviola
LA MOVIOLA – Marco Guida ieri sera è stato chiamato ad arbitrare una partita molto importante per la corsa Champions: Torino-Milan. Il fischietto napoletano dopo una stagione a dir porco eccellente però allo “Stadio Olimpico Grande Torino” ha sbagliato parecchie decisioni. Ecco la moviola de “IlMilanista”.

CONTI SU ANSALDI È DA ROSSO

La partita è iniziata da pochi minuti e Ansaldi già scorrazza sulla fascia sinistra sfuggendo sia a Suso che a Conti. Proprio il terzino compie un intervento scoordinato e pericolosissimo sull’ex Genoa entrando a gamba alta sul petto. Guida tira fuori il giallo, ma avendo l’ex Atalanta messo in pericolo l’incolumità dell’avversario era da espulsione.

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!

Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

IZZO SU SUSO: VOLONTARIETÀ O INVOLONTARIETÀ ?

Molti dubbi anche sul contrasto che vede protagonisti Izzo e Suso. Lo spagnolo cadendo viene colpito alla testa del difensore granata. Le immagini fanno pensare alla volontarietà che doveva essere pagata con il rosso diretto. Graziato da Guida.

GLI ALTRI FALLI, IL ROSSO A ROMAGNOLI E I RIGORI (QUELLO FISCHIATO E QUELLI NON DATI).

Anche Suso sarebbe dovuto finire doccia anzitempo. Lo spagnolo, precedentemente ammonito, trattiene Izzo e gli blocca la ripartenza: Guida lascia correre ma il secondo giallo sarebbe stato giusto. Stesso metro di giudizio (e stesso errore) per la trattenuta di Paquetà su Rincon. Questione rigore: Kessié appoggia le mani sulla schiena di Izzo che accentua la caduta. Il penalty si può dare. Più evidente però è il rigore non fischiato sulla cintura di Musacchio su Belotti. Lo spagnolo blocca il Gallo impedendogli di saltare. Giusta invece la scelta di dare calcio d’angolo e non rigore sul cross di Ansaldi: Musacchio ha le braccia dietro la schiena. Il rosso a Romagnoli è sacrosanto: anche se a riportare l’accaduto è il guardalinee Valeriani visto che Guida non si era accorto di nulla. Giusto anche l’allontanamento di Mazzarri per le innumerevoli proteste nei confronti della terna arbitrale. Intanto, colpi Champions? Malcom o… due stelle brasiliane > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy