IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Smaila: “La partita di domani sarà fondamentale. Maignan? Gran portiere”

L’attore Umberto Smaila ha rilasciato un’intervista sulla lotta scudetto e sul portiere del Milan. Ecco le sue dichiarazioni.

Redazione Il Milanista

Manca sempre meno alla sfida di domani sera del Bentegodi, in programma alle 20:45. Il Milanscenderà in campo a casa del Verona con l’obiettivo di ottenere i tre punti. Gli uomini di Pioli sanno di dover vincere per poter tornare in testa alla classifica. I rossoneri infatti sono stati superati per un punto dai cugini nerazzurri, che hanno vinto l’anticipo contro il Torino. Non c’è più la possibilità di commettere errori, perché mancano due gare alla fine del campionato e a trionfare sarà proprio la squadra che avrà commesso meno errori. In vista della gara dei diavoli, l'attore Umberto Smaila ha rilasciato delle dichiarazioni alla trasmissione Sport Live di TMW Radio. Ecco le parole dell’attore sulla lotta Scudetto:

Grande vittoria dell’Inter? All’inizio si aspettava una sconfitta? "Devo essere sincero no. Il secondo tempo non l’ho visto anche scaramanticamente. Adesso diventa fondamentale la fatal Verona e dobbiamo fare punti lì. Io purtroppo mi ricordo quelle volte che il Verona è stato fatale".

Per lei da dove viene il coraggio di questo Milan? Qual è stato lo snodo fondamentale? "Coraggio ne abbiamo tanto, anche perchè siamo inferiori tecnicamente all’Inter. Devo essere sincero sono un po’ pessimista perchè le ultime abbiamo vinto ma non convinto, in più abbiamo carenza di goleador. Devo essere sincero, questa partita mi mette molto in difficoltà avendo scritto una canzone per entrambe le squadre".

L’unico che è rimasto della vecchia società è Paolo Maldini, è l’uomo in più? In campo invece lo è stato Maignan?  "Devo essere sincero, inizialmente sembrava un ragazzo un po' timido. Adesso oltre ad aver tirato fuori gli attributi, ha dimostrato anche di essere fenomenale nel mercato. Devo essere sincero per quanto riguarda Maignan, invece, ho avuto dalla prima partita la sensazione che fosse un grandissimo calciatore. Tra l’altro a volte non è essenziale e da tanto allo spettacolo ed ad uno come me non può non piacere".