news milan

Il Presidente del Pisa su Lucca: “Non c’è fretta di venderlo, le trattative…”

Lorenzo Lucca

Il Milan continua a guardare al futuro e ha mostrato interesse per il giovane del Pisa, Lorenzo Lucca, classe 2000.

Redazione Il Milanista

Il Milan guarda con decisione al futuro, non solo quello prossimo. La filosofia di Elliott è ben chiara da tempo: acquistare giocatorigiovani ed in rampa di lancio che possano crescere ed esplodere poi all'interno del gruppo Milan. A questi infatti, sin dall'inizio della sua gestione Elliott ha voluto affiancare uominidiesperienza, e gli acquisti, in ultima analisi, prima di Ibrahimovic e poi di Giroud, ne sono piena testimonianza.

 Lucca, rivelazione del campionato di Serie B e obiettivo delle Big italiane.

IL NOME PER IL FUTURO, MA SENZA FRETTA - Uno dei nomi che maggiormente ha attirato le attenzioni rossonere nelle ultime settimane è l'attaccante del Pisa, LorenzoLucca. Su Lucca ci sono anche Inter e Juventus, ma il club toscano, come conferma anche il suo presidente GiuseppeCorrado, non ha nessuna intenzione di cederlo già a gennaio: "Ci abbiamo messo un anno e mezzo per prenderlo, adesso non abbiamo certo fretta di lasciarlo andar via. Non ci sono trattative in corso, deve fare un percorso di crescita e non vogliamo fargli accelerare i tempi" le parole del numero uno nerazzurro riportate questa mattina dalla Gazzetta dello Sport.

IL PROGETTO PER PORTARLO A MILANO - Lucca è attualmente il capocannonieredellaSerieB, ha incuriosito e non poco Roberto Mancini e sulle sue tracce ci sono anche Juventus e Inter, motivo per cui il Milan vuole giocare d’anticipo. Come riferisce La Gazzetta dello Sport, il Pisa valuta il giocatore 10milioni di euro. Un valore cinque volte più alto rispetto al valore che aveva a Palermo. Il classe 2000 è stato infatti venduto al club nerazzurro per soli due milioni. Il Milan valuta di acquistarlo a gennaio con possibilità di farlo continuare nel club toscano fino al termine della stagione. Una soluzione questa che aiuterebbe nel frattempo Pioli a valorizzare un altro giovane di belle speranze, Pietro Pellegri.