IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Il vantaggio su rigore di Calha e l’esultanza in faccia ai tifosi

Hakan Calhanoglu con la maglia dell'Inter

Un ex rossonero è stato protagonista nel giorno del derby. Si tratta di Calhanoglu che ha segnato ed esultato in faccia agli ex tifosi

Redazione Il Milanista

Nel Derby di ieri sera il protagonista assoluto è  stato Calhanoglu, il quale si  è procurato il rigore e  ha segnato il vantaggio dagli 11 metri. L'ex centrocampista rossonero ha calciato il rigore con freddezza, spiazzando il portiere rossonero. Dopo aver segnato  ha esultato in faccia ai suoi ex tifosi, dedicando loro l'esultanza con le mani alle orecchie, ovvero il "non vi sento". Il turco era l'osservato speciale del match, ed ha ripagato le tante attese, disputando una gara quasi impeccabile. Ha combattuto come un vero guerriero, ed ha messo molta qualità nel gioco offensivo dei nerazzurri. L'ex dal dente avvelenato ha colpito, ed ha fatto molto male agli avversari. Calhanoglu è passato alla Benamata nella scorsa finestra di calciomercato a parametro zero. Il turco infatti era in scadenza contrattuale nel giugno del 2021, ed ha deciso di respingere le proposte di rinnovo rossonere, accettando la corte proprio dei rivali storici.

L'esultanza del nerazzurro è dovuta agli insulti che dal passaggio sull'altra sponda del Naviglio lo bersagliano. La tifoseria rossonera infatti, anche ieri durante il riscaldamento non ha risparmiato di certo i fischi verso il giocatore. Molti giocatori della panchina del Milan, tra cui Alessandro Florenzi, non hanno preso bene lo sfottò del calciatore turco al momento del goal. Il calciatore in maglia rossonera ha collezionato 123 presenze in Seria A, condite da 22 reti e 31 assist. Il 22 giugno 2021 l'Inter ha ufficializzato il giocatore, il quale ha firmato un contratto che lo lega al club nerazzurro fino al 30 giugno 2024. Inoltre il turco percepisce 5 milioni + 1 di bonus a stagione.

Simone Inzaghi ex allenatore della Lazio, ha spinto molto i dirigenti nerazzurri per avere il centrocampista. Il classe 94' infatti si integra molto bene con il modulo del mister, ovvero il 3-5-2. Inoltre il tecnico piacentino vede nel turco un calciatore molto simile ad Luis Alberto, il quale aveva un ruolo fondamentale nel gioco  dei biancocelesti. In questo avvio di stagione Calhanoglu ha giocato 9 partite trovando la via della rete per 2 volte.