IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Giroud: “Ibra ci aiuta a livello mentale, Leao può fare di più”

Giroud: “Ibra ci aiuta a livello mentale, Leao può fare di più” - immagine 1
Il centravanti del Milan ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport, in cui ha parlato di Ibra, Leao, Maignan, mercato e di derby

Olivier Giroudha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport. Il francese ha toccato tanti argomenti, dagli uomini chiave del Milan ai derby persi fino ai nomi del calciomercato.

Su Ibrahimovic: "Lui è il link tra RedBird e la squadra, ci connette con la proprietà senza sovrapporsi al lavoro di Pioli. E' qui per aiutarci, soprattutto sull'approccio mentale e le motivazioni. Parla con noi e ci supporta. Dice: "Se vincete voi, vinco anche io". Se dà consigli? Certo. Mi incoraggia sempre, mi parla prima e durante le partite, all'intervallo. Vuole che io prenda la parola, che aiuti i miei compagni: Zlatan sa che questo è un gruppo giovane, che ha bisogno di esperienza, di giocatori che parlino e diano l'esempio. Mi vuole più leader".

I derby persi nel 2023: "Brucia. Il derby deve bruciare qui, sul petto. Ibrahimovic serve anche per questo, per far capire ai più giovani che il derby è una partita particolare, deve venire dal cuore e dall'anima. Siamo sulla buona strada, anche se mancano ancora troppe partite".

Su Maignan: "Mike sta bene, è forte. Quello che è successo a Udine è alle spalle, ma non deve più esistere, nella vita come in un campo di calcio, dove tutti dobbiamo dare il buon esempio".

Su Leao: "Ci sono molte aspettative su di lui. Rafa sa che deve essere ancora più esigente con sé stesso, conosce il suo valore. Da compagno, posso dire che uno come lui è decisivo anche quando non segna. In una squadra contano degli aspetti che magari non saltano subito agli occhi. Noi sappiamo che Rafa può fare di più e lo sosteniamo: può salire a un livello molto alto. Gli serve continuità. E qualche gol in più".

I nomi del mercato: "Sesko? Lo seguo da 2-3 anni, è ancora giovane, può migliorare molto. Zirkzee è bravo ma non bisogna mettergli pressione. L'arrivo di un giovane in estate? Non sarebbe affatto un problema, perché non temo la concorrenza. Per me è sempre stata uno stimolo per fare ancora di più, ne ho bisogno".

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Milan senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Ilmilanista per scoprire tutte le news di giornata sui rossoneri in campionato e in Europa.