IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Gazidis: “Giocatori spinti ad andare in scadenza, in questo modo…”

Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan

L'a.d. rossonero a margine dell'Assemblea dei soci si è lasciato andare ad alcune forti e importanti dichiarazioni.

Redazione Il Milanista

Intervenuto a margine dell'assemblea dei soci, IvanGazidis ha parlato così della gestione contratti: "Queste scelte non sono mai facili perché è chiaro che tutti i club negoziano con gli agenti, che a loro volta sono molto abili. In passato il contesto economico finanziario era completamente diverso e, in generale, i giocatori non erano spinti ad andare in scadenza, ma nell’attuale contesto vediamo da una parte i Club cercano di operare in un modo sempre più responsabile sotto un profilo finanziario.

 Il Milan esulta sotto la curva.

IL DIVERSO COMPORTAMENTO DI AGENTI E GIOCATORI - Dall’altra i giocatori e agenti cercano le stesse cifre di prima, se non di più. In molti casi, per ottenere le stesse cifre pre covid l’opzione è di aspettare di andare in scadenza e vedere come il mercato risponde. Le negoziazioni per tutti i club sono oggi più complesse. Noi facciamo le nostre decisioni con grande attenzione e analisi sia per quello che riguarda il campo sia per l’impatto finanziario.

LE PRIORITA' DELLA DIRIGENZA E LE SCELTE PRESE - E continueremo a prendere decisioni nel miglior interesse del club, con una chiara priorità: la nostra capacità di competere al top in Italia e in Europa, ma sempre con una base finanziariamente sostenibile. E penso che se le persone guardano oggi alle nostre decisioni prese, sicuramente ci sono errori, ma in generale le nostre scelte sono state quelle giuste per il progresso del club".

SUL FAIR PLAY FINANZIARIO - "Siamo in contatto con la Uefa regolarmente. Avremo un incontro nei prossimi mesi. Ci dovrà essere un periodo di transizione per le nuove regole del FFP - ha proseguito Gazidis - Penso che la Uefa debba ascoltare i club per il nuovo FFP, così da fare il meglio. Poi si avrà il nuovo sistema, ma prima un periodo di transizione". Su possibili nuovi acquisti importanti a gennaio: "Tutti possono vedere la situazione finanziaria. Si prenderanno tutte le decisioni nell'interesse della società".