news milan

Il futuro di Ibra: fra ritiro e proseguo, le voci dalla Svezia

Ibrahimović

Le ultime, direttamente dalla Svezia, sul futuro dell'attaccante rossonero, Zlatan Ibrahimovic, attualmente infortunato.

Redazione Il Milanista

Petter Landen, giornalista per la nota testata sportiva svedese Expressen, si è così espresso in esclusiva ai microfoni di MilanNews.it sul presente e sul futuro di Zlatan Ibrahimovic.

SULLE CAPACITA' DI ZLATAN DI TORNARE DOPO GLI INFORTUNI - "La capacità di Zlatan di reinventarsi non smette mai di stupirmi. Anche se sta invecchiando, riesce comunque ad affidarsi al suo fisico. È veramente intelligente, si mette nelle giuste posizioni in campo e sa sempre come segnare. Quindi penso che sarà ancora in grado di fare la differenza nelle partite che sarà in grado di giocare".

POTREBBE ESSERE L'ULTIMO ANNO DI IBRA? - "Ho smesso di provare ad indovinarko, onestamente. Pensavo che il Manchester United fosse l'ultima tappa quando è andato lì. Solo Zlatan lo sa...".

 Ibrahimović contro la Lazio

SUL POSSIBILE RUOLO DA DIRIGENTE AL MILAN - "Credo che gli piacerebbe provare ad allenare in futuro. Sembra, al momento, molto interessato nello sviluppo dei giovani giocatori in Svezia. Ma dirigente del Milan... sarebbe davvero un grande lavoro. Forse potrebbe iniziare, come hanno Pep Guardiola o Zidane nella squadra primavera del Milan, e si fa strada...".

SULLE POSSIBILITA' DI SCUDETTO DEL MILAN E LA PERCEZIONE IN SVEZIA - "Ci sono tanti milanisti in Svezia, e visto che c'è Zlatan penso che molti svedesi vorrebbero che il Milan vincesse. E visto che la Juventus sembra meno forte rispetto agli anni scorsi e l'Inter non è proprio la stessa, credo che il Milan abbia buone possibilità".

UN ALTRO SVEDESE AL MILAN - "Emil Roback è ancora piuttosto sconosciuto in Svezia, ma quelli che lo conoscono ne parlano bene. Penso che il Milan sapeva cosa stesse facendo quando lo ha ingaggiato"