IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Piatek: “Ho dei bellissimi ricordi al Milan, ma voglio fargli gol”

Kris Piatek e Zlatan Ibrahimovic, passato e presente dell'attacco rossonero

L’ex giocatore del Milan ha rilasciato un’intervista nella quale ha parlato del suo passato in rossonero. Ecco le sue parole.

Redazione Il Milanista

Krzysztof Piatek ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali della Fiorentina, in vista del big match contro i nerazzurri. Ecco le sue dichiarazioni:

Sulla sfida di sabato: “Voglio aiutare la squadra contro l’Inter, che è una grande squadra. Sono i campioni d’Italia, ma sono molto concentrato e voglio fare gol. Il mister è sembrato attivo in partita e in allenamento. Io posso fare di più, non solo quando faccio gol ma anche per aiutare la squadra in mezzo al campo”.

Sugli obiettivi:Dobbiamo vincere le prossime partite. Sono un attaccante e devo fare gol, ma la squadra bisogna aiutarla anche in fase difensiva. Idolo da piccolo? Ronaldo il fenomeno. Quella contro i nerazzurri sarà una grande partita. Loro sono i campioni d’Italia, ma anche noi siamo forti e vogliamo vincere questa partita”.

Sull'ambientamento a Firenze: "Sono arrivato in questa famiglia e mi trovo molto bene, mi hanno accolto benissimo. Mia moglie si è trasferita qui con me: quando faccio gol mi fa i complimenti, quando non segno mi mangia. Anche a fine allenamento, quando torno a casa, mi chiede se ho fatto gol. Per quanto riguarda la città mi trovo benissimo, abito in centro ed è un posto magnifico".

Sul rapporto con Italiano: "Il mister è sempre attivo sia in allenamento che in partita e prova a farmi rendere al meglio. Io sento che posso fare di più e sto migliorando. In area di rigore sono un mostro, ma devo imparare a fare altro anche in fase difensiva. Lavoro per aiutare il più possibile la squadra".

Su cosa deve migliorare:Quando ho 1-2 occasioni segno, ma lavoro per migliorare in fase difensiva”.

Sul Milan: “Incontreremo anche il Milan prima della fine: ho dei bellissimi ricordi in rossonero, ora però voglio fare gol contro di loro. Dobbiamo vincere anche contro di loro per raggiungere l’obiettivo di una qualificazione europea”.