IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Damascelli: “Ancelotti bollito? Chi lo dice è ridicolo”

Il noto giornalista Tony Damascelli ha parlato a Tuttosport di un ex rossonero. Sentite le parole di stima nei suoi confronti

Redazione Il Milanista

In esclusiva ai microfoni di Tuttosport ha parlato il noto giornalista Tony Damascelli che su Carlo Ancelotti ha detto: "Ancelotti ha la calma vera, mica halma. Chi dice che è stato fortunato? Ridicoli”.

Ancora Tony Damascelli su “Re Carlo”

Il giornalista, nel suo editoriale, ha elogiato Carletto ha guidato i suoi con la sua normalità, esclusiva che appartiene agli uomini che restano tali senza la presunzione di considerarsi depositari del Verbo, nel caso specifico quello del football. C'è chi dirà che è fortuna, che Ancelotti è bollito e datato ma una risata li coprirà di ridicolo. Carlo da Reggiolo ha dimostrato ancora una volta di essere un grandissimo tecnico. Qual è la sua miglior dote? La virtù di Ancelotti è quella di non smarrire mai la calma, quella vera mica “halma”, di sacrificare la santissima trinità, i tre centrocampisti titolari, inserendo un 2001 e un 2002 nel momento decisivo, così portando muscoli freschi in una partita ormai tatticamente slabbrata. Facile dirlo e scriverlo dopo ma chi non immaginava un finale a sorpresa, nonostante il vantaggio del City?. Queste le parole in esclusiva ai microfoni di Tuttosport ha parlato il noto giornalista Tony Damascelli.

Anche Antonio Cassano aveva parlato di Ancelotti

“Fantantonio” aveva parlato di Ancelotti e attraverso delle storie Instagram ha detto: "Vince 1-0 il City, clamorosa occasione di Grealish sulla linea di porta e il Real si salva, poi miracolo di Courtois con i tacchetti , ma soprattutto ancora due occasioni clamorose e poi all’89° succede quello che deve succedere. La magia del Bernabeu, cross anomalo di Camavinga, gran palla di Benzema e Rodrygo fa 1-1. Al 91’ mette ancora lo zampino Rodrygo. Poi supplementari, fa gol Benzema. In tutto questo Real Madrid è il Real Madrid senza se e senza ma, la magia del Bernabeu la conosciamo tutti e io in particolare la conosco. Poi fra andata e ritorno hanno subito oltre 20 occasioni clamorose. Ancelotti?: "Ehh non avrà cu*o, non avrà sedere ma qualcosa sulla testa di Ancelotti gira. Bravo che è andato in finale però l’idea mia è che la coerenza mi contraddistingue. Un dato di fatto è che tutti dicono: grande merito di Ancelotti. Mah… io dico gran cu*o e continuerò a dirlo perché son coerente con me stesso".