Milan-Verona, Ibrahimovic: “Sono arrabbiato, il pari non va bene. Rigore? Il prossimo lo lascio a Kessie”

Le parole di Zlatan Ibrahimovic, attaccante rossonero, al termine di Milan-Verona.

di Redazione Il Milanista
Milan-Verona, parla Ibrahimovic

MILANO Zlatan Ibrahimovic, attaccante rossonero, si è così espresso a SkySport al termine di Milan-Hellas Verona: “Ho la faccia arrabbiata, ovvio. Il pareggio oggi non va bene: tante occasioni, ho sbagliato il rigore, il prossimo lo lascio a Kessie che è meglio così. Andiamo avanti, un punto, importante non perdere e non perdere la fiducia. Vogliamo vincere tutte le partite”.

SUL SUO UTILIZZO: “Io sono un professionista, faccio quello che dice Pioli. È complicato giocare di giovedì e poi la domenica, se posso giocare gioco… Dopo l’infortunio mi sento un bimbo ogni volta che entro in campo, anche perché poteva essere che non riuscissi più a giocare”.

SUL RIGORE: “Aveva ragione Silvestri, l’ultimo lo avevo sbagliato”.

SULLA SUA RABBIA: “Ce l’avevo con me stesso, quando la fatica entra in testa non sei al 100%. Giochiamo tante partite in poco tempo, meno male che arriva questa sosta. Anche oggi mi mancava lucidità e cattiveria davanti alla porta, oggi non c’ero”.

MILAN, ITALY – NOVEMBER 08: Zlatan Ibrahimovic of AC Milan misses a penalty kick during the Serie A match between AC Milan and Hellas Verona FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 8, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

SULLA SVEZIA: “Era per mettere irritazione alla Svezia”.

SULLO SCUDETTO: “Prima del campionato bisogna avere obiettivi, anche durante il campionato. Bisogna avere obiettivi, non possiamo entrare in campo solo per giocare. Almeno questa è la mia mentalità”.

SUI DIFENSORI ITALIANI RISPETTO A QUALCHE ANNO FA: “Sono cambiati? È Ibra che è più forte. Ora ci sono più squadre che lottano per la classifica”.

SU CRISTIANO RONALDO: “Più forte io o lui? Decidi tu, Fabio (Caressa, ndr). Non mi disturba non aver vinto trofei individuali, ma non mi servono quelli per dirmi che sono più forti”.

SULLE RIVALI: “Ci sono tante squadre, c’è qualche squadra non al top e altre che stanno facendo bene. l’agenda è piena, vedremo chi starà meglio alla fine fisicamente”.

SUL CONTRATTO: “Dopo il rigore di oggi siamo messi male… Il prossimo rigore lo faccio tirare a Kessie così sto un in un’altra situazione”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy