Inter, verso il Milan: Conte non ha i “tre dubbi”

La probabile formazione dei nerazzurri in vista di Milan-Inter, derby valido per la 23esima giornata del campionato di Serie A.

di Redazione Il Milanista
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

MILANO – La probabile formazione dei nerazzurri in vista di Milan-Inter, derby valido per la 23esima giornata del campionato di Serie A ed in programma oggi alle 15:00 allo stadio “Giuseppe Meazza” di San Siro in Milano. La gara sarà diretta dal signor Daniele Doveri della sezione di Roma, coadiuvato dagli assistenti Carbone e Peretti, con Guida quarto uomo; al VAR Mariani con Bindoni nel ruolo di AVAR.

Due assenti per Pioli (il titolare Bennacer e la riserva Mandzukic), nessuno, a parte il solito Sensi, per Antonio Conte. Il tecnico nerazzurro, dunque, potrà abbondantemente scegliere il suo 11 titolare e, con ogni probabilità (al contrario dei “tre dubbi” dichiarati ieri in conferenza stampa), si affiderà ai seguenti oggi schierati con il consueto 3-5-2.

In porta capitan Handanovic. Terzetto di difesa guidato al centro da De Vrij e completato da Skriniar a destra e da Bastoni a sinistra. Hakimi e Perisic (in vantaggio su Young) saranno gli esterni a tutta fascia, con Barella, Brozovic e Eriksen (favorito su Vidal) a centrocampo. Davanti la coppia goal Lukaku-Lautaro; pochissime chance di giocare titolare per Alexis Sanchez. Si è fermato invece Sensi, durante l’allenamento di giovedì, per un affaticamento muscolare.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lautaro Martinez, Lukaku. Allenatore: Conte

Le parole di Conte

Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell’Inter

“Un derby diverso rispetto agli anni passati perché riguarda l’alta classifica. Stiamo parlando di due squadre quasi appaiate in testa alla classifica. Penso sia una bella soddisfazione per Milano avere questo tipo di partite con questa posta in palio. Sappiamo benissimo che il derby va vinto per un discorso di campanilismo, ma c’è anche una questione di classifica. Bisogna sempre lavorare con il giusto entusiasmo, la giusta forza e determinazione. Devi essere ancora più carico quando c’è questa posta in palio. Quello che do quotidianamente alla squadra, cioè fare sempre del nostro massimo, ricercando l’eccellenza. Questo è il consiglio che do alla mia squadra, non è cambiato qualcosa rispetto alle altre settimane. Inevitabile che questa sia una partita importante, contro una squadra forte che sta meritando la classifica. Servirà una grande gara”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy