IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Galli: “Locatelli? Fare dietrologia non serve a nessuno. Una big? Me lo auguro”

Filippo Galli ex difensore e responsabile del settore giovanile del Milan

Ecco le parole dell'ex dirigente Filippo Galli su Locatelli

Redazione Il Milanista

MILANO - Ai microfoni di TuttoMercatoWeb è intervenuto l'ex Direttore del Settore Giovanile dei rossoneri Filippo Galli.L'ex dirigente ha parlato al portale del centrocampista del Sassuolo Manuel Locatelli. L'ex Milan ieri è stato protagonista anche con la maglia azzurra segnando il suo primo gol in Nazionale. Ecco le parole di Galli sul ragazzo:

 I due ex rossonero Filippo Galli e Demetrio Albertini

Galli, partiamo inevitabilmente dalla bella rete di ieri sera: che emozione è stata per lei che l'ha visto crescere? - "Sono veramente contento per Manuel, si merita le soddisfazioni che sta ottenendo. È tutto frutto delle sue qualità e del suo duro lavoro".

Che ricordo ha del primo Manuel Locatelli, ossia quello che spiccava nelle giovanili del Milan? - "Manuel è sempre stato un calciatore capace di leggere le situazioni di gioco prima degli altri. Fin dai tempi delle categorie giovanili del Milan, trovava infatti linee di passaggio invisibili ai più. Ha queste doti fuori dal comune scritte nel suo DNA".

Anche in queste ore lo stesso Locatelli ha raccontato di quando, a soli 16 anni, fu proprio lei a comunicargli la promozione nella prima squadra del Milan allenata da Allegri - "Manuel è un ragazzo che coglie al volo le opportunità, aveva compreso immediatamente l’importanza di quella decisione da parte del club e non ebbe paura di affrontare questa nuova sfida al fianco di campioni come Kaká, Robinho o De Jong".

A posteriori, in casa Milan, aumenta giorno dopo giorno il rammarico di essersi lasciati scappare un talento con un simile potenziale... - "Fare dietrologia non serve a nessuno. In ogni crescita ci sono momenti di regressione e determinate difficoltà. Personalmente credo che il distacco, seppur doloroso come raccontato da Manuel, gli abbia giovato. Al Sassuolo è dovuto ripartire, si è dovuto ritrovare e ha avuto la fortuna di incontrare sul suo cammino un allenatore come De Zerbi, un formatore che tira fuori il meglio dai suoi giocatori. E poi penso che a Locatelli siano state d’aiuto anche le persone che gli stanno accanto".

Oggi si parla, non a caso, di un suo possibile futuro alla Juventus: Manuel Locatelli secondo lei è pronto per la definitiva consacrazione in una big? - "Me lo auguro per lui, Manuel è un ragazzo che ha tanti pregi tra i quali la consapevolezza delle proprie qualità e dei propri margini di miglioramento".

Filippo Galli, intanto, continua a lavorare nel mondo delle giovani promesse - "Esatto, sono consulente FIGC e mi occupo proprio del corso per Responsabili del Settore Giovanile: struttura, contenuti e docenze. Faccio parte della specifica Sezione Sviluppo Calcio Giovanile. Recentemente, sono stato inoltre nominato Club Ambassador del Watford in Inghilterra".

 Locatelli durante l'allenamento con la Nazionale

Potresti esserti perso