ESCLUSIVA – Scaramuzzino: “Tomori interessante. Scudetto? Il Milan ha un vantaggio”

Per la rubrica AscolteRai, ilMilanista.it ha intervistato Giovanni Scaramuzzino, radiocronista di Bologna-Milan.

di Redazione Il Milanista
Tomori a contrasto con Sansone in Bologna-Milan
di Antonello GIOIA

MILANO – Per la rubrica AscolteRai, la redazione de ilMilanista.it ha intervistato in esclusiva Giovanni Scaramuzzino, radiocronista per “Tutto il calcio minuto per minuto” di Bologna-Milan, sfida vinta per 1 a 2 dai rossoneri con i goal di Rebic e di Kessie. Ecco le sue dichiarazioni:

SULLO SCUDETTO: “Ritengo che il Milan possa puntare allo Scudetto. Il mercato di gennaio ce l’ha detto, altrimenti certe operazioni come Mandzukic non le concludi durante la sessione invernale. Non ha, però, l’obbligo di vincerlo a tutti i costi e questo potrebbe essere un vantaggio rispetto a Inter e Juventus”.

SU LEAO: “Personalmente lo preferisco quando gioca sulla fascia; a Bologna ha agito da trequartista per le assenze di Calhanoglu e di Brahim Diaz: la sua duttilità gli sta permettendo di adattarsi in più ruoli e per un giovane straniero in Italia è un vantaggio. Secondo me ha anche grandi margini di miglioramento: si nota che con il pallone tra i piedi ci sa fare, non ha paura dell’1 vs 1, gioca a testa alta. Il Milan lo sta aspettando: il meglio Leao lo deve ancora dare”.

SU KESSIE: “Quest’anno Kessie sta stupendo tutti dal punto di vista della continuità. Per affermarsi basta una grande campionato, ma poi devi mantenerti a quei livelli ed è più difficile. Sono in molti a ritenerlo il migliori centrocampista della Serie A: tra i due mediani non ha rivali quest’anno, ma, allargando il concetto agli altri ruolo del centrocampo, bisogna inserire Barella dell’Inter e De Paul dell’Udinese”.

Kessie spazza via Orsolini del Bologna
Kessie spazza via Orsolini del Bologna

SU TOMORI: “Per analizzarlo uso l’avverbio ‘prudentemente’: c’è il fisico, c’è il gioco d’anticipo, ma deve smaliziarsi evitando interventi rischiatutto. È un profilo interessante, si candida ad essere tra i titolari e a non essere solo un rincalzo”. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy