Braglia: “Ibra? Difficilmente resterà senza Boban e Maldini”

Braglia: “Ibra? Difficilmente resterà senza Boban e Maldini”

L’ex portiere di Milan e Genoa critico nei confronti di Singer e Gazidis

di Redazione Il Milanista

Secondo Simone Braglia qualora dovesse andare via anche Paolo Maldini difficilmente Ibrahimovic accetterà di estendere l’accordo con il Diavolo fino al 30 giugno 2021.

“Zlatan fino ad oggi ha avuto un ruolo importante nella squadra sia dal punto di vista tecnico che di leadership. Alla fine i risultati li abbiamo visti tutti”, ha affermato in esclusiva a Milan News. “Per l’anno prossimo l’assenza di Boban e quella probabile di Paolo potrebbero portarlo a non accettare un eventuale rinnovo. Ibra è Ibra, e lui cerca di rimanere sempre al top”.

E a proposito dei due tecnici, non particolarmente amati dal proprietario del club rossonero Paul Singer, l’ex estremo difensore ha invece sostenuto: “Ci vuole etica, moralità e il rispetto dei ruoli, altrimenti distruggi il gruppo. Credo che il Milan abbia usato due bandiere come Boban e Maldini perché non possono investire molto. D’altronde è la natura di un fondo, e poi non è gente di calcio”.

Infine sull’allenatore Pioli e sulla spada di Damocle Rangnick sopra di lui ha concluso: “È una situazione subdola. Stefano ha già il lavoro finito. Dicono così perché hanno capito di aver sbagliato nel licenziare Zvone. Gazidis cosa ha conquistato con la squadra? Boban e Maldini hanno vinto e sanno cosa significa vincere. Tra i due il manager è Boban, e Paolo è la storia.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy