IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Chiesa: “Bravi a non disunirci, abbiamo giocato da squadra”

Milan-Juventus

Il commento del giocatore bianconero

Redazione Il Milanista

MILANO -  Grande protagonista della partita vinta questa sera dalla Juventus a San Siro è stato Federico Chiesa. Con la sua doppietta, l'ex esterno offensivo della Fiorentina ha condannato il Milan alla prima sconfitta in campionato, permettendo alla compagine bianconera di portarsi a meno sette dal primo posto, con la partita contro il Napoli ancora da recuperare. Lo stesso Chiesa, nel post partita, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: "Sono molto felice per il risultato e per i miei due gol. Nel primo tempo abbiamo un po' sofferto ma siamo stati bravi a non disunirci. Abbiamo giocato da squadra, conquistando una vittoria molto importante. Purtroppo dopo il secondo gol sono uscito per un problema all'anca, ma non è nulla di grave. Sto bene. Già da domani sarò al lavoro".

CONTINUITA' - "Sono contento soprattutto perché sto trovando continuità di prestazione, lo scorso anno alternavo prove positive ad altre negative. Ora invece sto andando meglio e sto anche andando in rete con una certa regolarità. Nello spogliatoio i senatori ti spiegano che anche se non segni devi giocare per la squadra, devi sudare e sacrificarti per il gruppo. Soltanto così arrivi ad alti livelli, poi se arrivano anche i gol è meglio. Quello che mi chiede il mister è di creare superiorità numerica nell'uno contro uno e poi buttarmi negli spazi. Poi quando giochi con gente come Ronaldo e Dybala diventa tutto più semplice. Sono giocatori pazzeschi. Il gol di sinistro? In allenamento ci mettiamo io e gli altri attaccanti a guardare Paulo e Cristiano mentre calciano per cercare di rubargli qualche segreto. Allenarsi con giocatori del genere è un grande privilegio. Qua ti chiedono sempre qualcosa di più, le responsabilità sono tante. Io sono sempre generoso, cerco di aiutare la squadra il più possibile". >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Potresti esserti perso