Balzaretti: “Milan in crescita, mantiene la sua identità nonostante le assenze”

Il commento dell’ex calciatore

di Redazione Il Milanista
Balzaretti parla del Milan

MILANO – Questa sera, alle ore 20.45, il Milan ospita la Lazio a San Siro, nella quattordicesima giornata di Serie A, che coincide con l’ultima dell’anno. La squadra di Stefano Pioli, seppur con tante assenze pesanti in tutti i reparti – da Simone Kjaer a Zlatan Ibrahimovic, passando per Ismael Bennacer e Franck Kessié – è chiamata a difendere il proprio primato in classifica, ma deve fare i conti con una squadra che, nello scorso turno di campionato, si è rilanciata alla grande battendo il Napoli 2-0 all’Olimpico. Insomma, è una sfida fra due compagini che hanno grandi ambizioni di classifica, anche se il Diavolo ha già un vantaggio di 10 punti sui biancocelesti guidati da Simone Inzaghi. Anche quest’ultimo, inoltre, deve fronteggiare una situazione complicata per quanto riguarda le assenze, dato che sono infortunati Francesco Acerbi, Lucas Leiva e Mohamed Fares, mentre Angel Correa, seppur acciaccato, rientra nella lista dei convocati. Ai microfoni di DAZN, ha parlato di questa sfida l’ex terzino Federico Balzaretti, oggi opinionista televisivo.

LE SUE PAROLE – “E’ giusto e significativo celebrare il 2020 della squadra rossonera. Il Milan è in una crescita esponenziale, che dura ormai da parecchi mesi. Non dimentichiamoci che la banda Pioli non perde in Serie A dallo scorso marzo. Questo è un gruppo che ormai ha raggiunto un’identità totale, che gli permette di colmare alcune assenze importanti registrate nelle ultime settimane. Non è un caso che il Milan abbia segnato tanti gol anche senza Zlatan Ibrahimovic. A Reggio Emilia anche la fase difensiva è stata fatta bene, nonostante mancasse un pilastro come Simon Kjaer. Nella partita contro la Lazio Pioli deve fare i conti anche con le assenze dei due centrocampisti titolari: Franck Kessié e Ismael Bennacer. Questa sera il Milan è chiamato a dare l’ennesima risposta positiva in una prima parte di stagione che è stata molto importante”. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy