IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Milan, Leao non si ferma più: anche la nazionale non può farne a meno

Rafael Leao dopo il gol del 3-0.

Leao sembra non volersi fermare più, il giocatore autore di una crescita sorprendente, ha finalmente ricevuto una chiamata molto importante

Redazione Il Milanista

Rafa Leao è stato convocato, nella giornata odierna, in nazionale maggiore con il Portogallo. Un fatto che non si era mai verificato per il classe '99, un traguardo che certifica l'enorme crescita che il ragazzo ha dimostrato in rossonero. Se le sue qualità non erano oggetto di dubbi, era la sua continuità a preoccupare. Leao era un lampo, un guizzo, che poi svaniva per il resto della partita. Adesso invece il portoghese è autore di prestazioni di livello e capaci di durare per gran parte dei 90'.

La fiducia della società

Una delle principali cause della sua crescita sta proprio nella fiducia che la società ha voluto riporre nella sua persona. Partendo da Maldini e Massara, decisi nel puntare con forza su di lui, anche a fronte delle tanti voci di mercato che lo volevano via dal Milan in estate. Poi c'è mister Pioli, che dall'inizio di questa stagione gli ha sempre affidato il ruolo di titolare. Inoltre l'allenatore gli ha dato la possibilità di giocare nella posizione che predilige, largo a sinistra con licenza di accentrarsi.

 Rafael Leao

Sono i numeri a parlare e a mostrare la gratitudine del portoghese per la fiducia accordatagli, 4 gol e 1 assist in 9 partite, di cui 8 giocate da titolare. Alcune di queste reti sono poi pesantissime, come quella del vantaggio contro la Lazio, o quella del momentaneo 1 a 0 contro l'Atletico in Champions. Il giocatore è ormai imprescindibile per il gioco rossonero, ma come è arrivato questo cambiamento?

Il nuovo Leao

Il tecnico rossonero, Pioli, ha raccontato dello switch del suo giocatore. Il portoghese in estate sembra essere arrivato a Milanello con una testa e voglia differenti: "Sì, credo di aver trovato giocatori cresciuti nella consapevolezza. Le stagioni precedenti ci hanno fatto crescere e ci hanno dato fiducia. Ho trovato Tonali e Rafa come calciatori più maturi e forti".

Il Milan ha saputo pazientare con Rafa, e con molti altri giocatori, ma finalmente questa pazienza sta ripagando. Così come sta ripagando anche lo stesso Leao: La chiamata in nazionale è solo un primo traguardo per il portoghese che ora è in rampa di lancio.