IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Seedorf: “Kessié si renda conto di dove si trova e non segua i soldi”

Clarence Seedorf

Nel prepartita di Milan-Porto è intervenuto l'ex centrocampista rossonero Clarence Seedorf che ha commentato la situazione di Kessié

Redazione Il Milanista

Era solamente giugno quando, durante le Olimpiadi di Tokio, Franck Kessié lanciava messaggi, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, al Milan sulla sua volontà di rinnovare con il Milan: Sono orgoglioso di aver scelto questo club e non è mia intenzione andare via. Anzi, voglio restare per sempre. Mi piace tanto quando gli ultrà cantano: “Un Presidente, c’è solo un Presidente…”. Ecco, io voglio esserlo a vita. Almeno quella calcistica…”.  Ma dopo quattro mesi la situazione non è cambiata. Anzi. Le trattative di rinnovo sono a un punto fermo.

La distanza tra le parti è tanta: 6.5 milioni (bonus compresi) l'offerta, 8 milioni la richiesta del suo agente George Atangana. E ieri, nel prepartita di Milan-Porto, a Paolo Maldini è stato chiesto la situazione contrattuale del numero 79: "Ne stiamo parlando da tanto, - ha detto l'ex capitano ai microfoni di Prime Video - ci sarà ancora l’occasione di incontrarci per l’ennesima volta con il suo agente e poi decideremo in assoluta serenità".

Ad ascoltare le parole del Direttore Tecnico dell'area sportiva rossonera, anche Clarence Seedorf. L'ex centrocampista del Milan, dagli studi di Prime Video ha mandato un messaggio all'ivoriano: "Tanti giocatori sottovalutano dove sono. Devi fare una scelta legata alla carriera, poi i soldi col tempo arrivano. Io vedo il Milan in crescita e sono felice di vedere un punto di riferimento come Maldini che aiuta  crescere tutti quanti con la mentalità giusta. Spero che Kessié si renda conto di dov’è e che faccia una scelta legata alla carriera, non ai soldi".

Negli ultimi giorni si è parlato molto anche di un possibile addio del centrocampista ivoriano già durante il prossimo mercato di gennaio, con PSG e Tottenham in primissima fila per prelevarlo dai rossoneri. Ma è più che certo che Maldini e Massara proveranno fino all'ultimo a convincere Kessié (e il suo entourage) a rinnovare. Pur a costo di perderlo a zero a giugno.