Milan-Inter, Donnarumma: “Obiettivo Champions. Se chiudo gli occhi…”

Ecco le parole di Donnarumma a Sky Sport.

di Redazione Il Milanista
Gigio Donnarumma interviene sul colpo di testa di Hakimi nel derby d'andata

MILANO – “Sarà una bella emozione, era da tanto che non si vedeva un derby con questa classifica. Siamo tutti entusiasti e consapevoli, proveremo a fare una grandissima partita per provare a portare a casa il risultato. Credo che faremo una grande partita e se chiudo gli occhi spero che Ibra decida questa gara“, inizia così l’intervista di Gigio Donnarumma a Sky Sport in vista del derby di domenica pomeriggio. Una partita importante per i rossoneri che, in caso di vittoria, sorpasserebbero l’Inter al primo posto in classifica.

La svolta e il momento Milan – Dopo il lockdown, dopo la gara con la Juve, abbiamo capito che potevamo svoltare e da lì è nato tutto. Con mister Pioli lavoriamo bene, stiamo bene in campo, lavoriamo tanto sulla fase difensiva che è stata uno degli aspetti principali in questo anno, adesso dobbiamo continuare a lavorare perché non abbiamo fatto ancora nulla, manca ancora tanto e speriamo di continuare a divertirci

È il momento più bello della tua carriera? – Dopo la Supercoppa contro la Juve, sì. Quello è stato un momento incredibile, il primo trofeo con il Milan, indimenticabile. Ma questo è uno dei momenti più belli

È il Milan più forte da quando giochi? –  Sicuramente, siamo più squadra. Non so se è il Milan più forte ma ora siamo più squadra, stiamo bene insieme, ci divertiamo e siamo un grande gruppo. Penso che questa sia la cosa fondamentale per puntare in alto

Donnarumma in campo la maglia del Milan

È un Milan che deve lottare per lo scudetto? – È un Milan che può lottare, che non si deve accontentare. Il nostro obiettivo è la Champions, però i calcoli li faremo alla fine

Cosa vorrebbe dire tornare e giocare la Champions per te? – È un sogno giocarla, tornare lì significherebbe portare il Milan dove merita

Su Ibrahimovic – Ibra è un campione, non molla mai, aiuta tutti. È il primo a venire al campo e l’ultimo ad andare via. È un esempio per tutti, ci sta dando una grande mano anche su questo”

Sulla crescita personale – A volte sbagliavo negli atteggiamenti in campo, ma fa parte dell’esperienza, ero ancora ragazzino. Ora sono molto più maturo, miglioro partita dopo partita. Più si va avanti e più si matura e penso che sono sulla strada giusta

Sono sempre in corso trattative per il tuo rinnovo di contratto, come vivi questa fase? – Serenamente, come ho sempre vissuto gli anni qui al Milan. Sono tranquillo, cerco di dare sempre il massimo e dare sempre una mano ai miei compagni, allenandomi al 100% e dando tutto per questa maglia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy