IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Manchester Utd, verso il Milan: recuperati Rashford e Pogba

Il tecnico del Manchester Utd, Ole Gunnar Solskjaer

La probabile formazione dei Red Devils in vista di Milan-Manchester United, sfida valida per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League.

Redazione Il Milanista

MILANO - La probabile formazione dei Red Devils in vista di Milan-Manchester United, sfida valida per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League ed in programma oggi alle 21 allo stadio "Giuseppe Meazza" di San Siro in Milano; si ripartirà dall'1-1 dell'andata all'Old Trafford. La gara sarà diretta dal signor Felix Brych (Germania) coadiuvato dagli assistenti Mark Borsch e Stefan Lupp e dal quarto uomo Christian Dingert; al VAR Marco Fritz, AVAR Sascha Stegemann.

Ole Gunnar Solskjaer potrà di nuovo contare sul contributo offensivo di Marcus Rashford, ma dovrà ancora fare a meno di Edinson Cavani, il quale ha accusato ieri una ricaduta. Nel reparto avanzato mancherà anche Anthony Martial. Per il centrocampo, invece, saranno a disposizione sia Paul Pogba che Donny Van de Beek: il primo potrebbe scendere in campo dal primo minuto, mentre l'olandese, verosimilmente, siederà in panchina. Indisponibile Bailly al centro della difesa: al suo posto torna Lindelof in coppia con Maguire. Dubbio sull'esterno destro tra Greenwood e James, con il primo favorito se non la dovesse spuntare la sorpresa Diallo.

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): Henderson; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw; McTominay, Fred; Greenwood, Bruno Fernandes, Diallo; Rashford. Allenatore: Ole Gunnar Solskjaer.

 Il Manchester United esulta al goal di Amad Diallo

Le parole di Solskjaer

“San Siro è uno degli stadi più affascinanti al mondo. Penso di averci giocato solo una volta in amichevole. E’ uno stadio fantastico, con una grande storia. Quando è pieno, è un posto incredibile dove poter giocare. Purtroppo giocheremo in un’atmosfera diversa, poiché non ci sarà il pubblico. Stasera prenderemo confidenza col terreno di gioco, faremo una piccola passeggiata in modo che i ragazzi possano avere un’idea di ciò che li circonda. Saranno in ballo molti fattori: c’è bisogno di qualità, di esperienza, di gestione del gioco e di un buon approccio alla gara. Iniziare bene sarà fondamentale. Mi piace sempre giocare in trasferta nella partita di ritorno, perché se segni un gol vale di più. Loro purtroppo ne hanno segnato uno in casa nostra, quindi domani dobbiamo assolutamente trovare almeno un gol per sperare di qualificarci al prossimo turno”.

Potresti esserti perso