senza categoria

Giunti: “Campionato aperto, classifica corta”. Pseftis: “Vittoria che dà fiducia”

ROME, ITALY - JANUARY 23: Giacomo Olzar of AC Milan celebrate a opening goal a penalty with his team mates during the Primavera 1 TIM match between SS Lazio U19 and AC Milan U19 at  on January 23, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images)

Al termine della partita del Vismara tra Milan ed Empoli, sono intervenuti ai microfoni di MilanTv il tecnico rossoneri Giunti e il portiere Pseftis

Redazione Il Milanista

Nella giornata di ieri il Milan Primavera si è imposto sui pari età dell'Empoli per 3 a 1, grazie alla doppietta di Nasti e al gol di Roback. Ma tra i protagonisti del match anche il portiere dei rossoneri Pseftis che alla mezzora del primo tempo ha parato un rigore a Degli Innocenti.

A termine della partita sono intervenuto ai microfoni di MilanTv il tecnico dei rossoneri Giunti e il giovane Pseftis. Ecco le loro parole:

Giunti a Milan:

SERIE DI VITTORIE – "Ti fanno lavorare con il sorriso, è sempre bello. Quello che mi premeva è che i ragazzi dessero continuità al finale dell’anno scorso. Oggi non è stata una partita tecnicamente delle migliori, ma mi è piaciuto lo spirito. L’1-1 poteva crearci dei problemi ed invece ci ha fatto ripartire dopo un vantaggio che forse non meritavamo. I ragazzi che sono entrati oggi hanno fatto la differenza, si gioca in 15 giocatori".

PERIODO DI PAUSA – "I ragazzi ne hanno approfittato per rivedere alcune cose e lavorare in determinati modi. Spero che ci serva per le prossime partite".

CALENDARIO FITTO – "Ci aspettano tante partite ravvicinate per via dei turni da recuperare. Da quando ci alleniamo con continuità 5 volte la settimana i risultati si vedono. Il nostro campionato è aperto, la classifica è corta, a parte la Roma le altre squadre sono tutte lì".

DERBY"Dobbiamo essere coscienti di poter fare risultato con tutte le squadre, la priorità è recuperare energie con fiducia ed entusiasmo".

Pseftis a MilanTv

COME SI PARA UN RIGORE - "Dietro c’è grande lavoro con il preparatore. Studiamo l’attaccante e guardiamo tanti video. Oggi avevo l’istinto che calciasse a sinistra, così mi sono buttato ed ho parato. Sono molto felice di aver aiutato la squadra a vincere. Questa vittoria ci dà fiducia".