“Scusami papà, volevo dirti che…”: quando buon sangue “mente”

Nonostante i propri papà indossino casacche di altre squadre, a volte, può succedere che i figli portino nel cuore fedi calcistiche contrastanti. Ecco tutti i casi più clamorosi nel calcio.

di Redazione Il Milanista

NO, DAVIDE: COSI’ NON ESCI…

Anche Marco Materazzi ne sa qualcosa. L’ex numero 23 nerazzurro, ha raccontato alla Gazzetta dello Sport un retroscena legato al derby di Milano: “Mio figlio Davide è sempre stato così, in tutto: bastian contrario. Quella volta però esagerò. Vigilia di derby, solito appuntamento alla Pinetina: ore 19. “Mi accompagni, Davide?”. “Sì, papà”. Arrivo davanti alla porta per uscire e me lo trovo così: maglia del Milan addosso, sulle spalle il 23 e la scritta Materazzi. Un regalo che gli aveva fatto Ambrosini, molto divertito quando seppe che si era messo in testa di tifare Milan. “No, Davide: oggi con quella maglia non puoi uscire”. >>> VAI AL PROSSIMO 

Schermata 2018-08-31 alle 15.08.05

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy