news

Verso Atalanta-Milan: il match preview della gara di Bergamo

Brahim Diaz in azione in Atalanta-Milan.

Poche ore a Atalanta-Milan, posticipo di questa nuova domenica di Serie A. Ecco il match preview della gara di Bergamo

Redazione Il Milanista

Torna in campo il Milan di Stefano Pioli, avversario di giornata l'Atalanta di Gian Piero Gasperini. Nuovo scontro diretto per i rossoneri dopo Lazio e Juventus, partita importantissima perché il Diavolo è reduce dalla gara, persa in Champions League, contro l'Atletico Madrid di Simeone. Quella contro i nerazzurri è una sfida da vincere quindi, anche per restare nei piani alti della classifica e soprattutto per confermarsi dopo i buoni risultati in campionato in questo inizio di stagione. Ecco la preview del match.

Come arriva il Milan

 Il Milan saluta i propri tifosi.

Tratto dal sito Acmilan.com

Reduce dal ko contro l'Atlético, ma anche dalle vittorie contro Venezia e Spezia in campionato, il Milan si ripresenta sul campo dei nerazzurri a caccia di un riscatto ma anche di una conferma. In caso di vittoria i rossoneri, che scenderanno in campo conoscendo il risultato del Napoli capolista, eguaglierebbero la loro migliore partenza in Serie A - nelle prime 7 partite - nell'era dei tre punti a vittoria. Soltanto nel 2003/04, infatti, il Milan è riuscito a collezionare 19 punti sui 21 disponibili a inizio campionato. Nessun giocatore squalificato né diffidato per Mister Pioli. Confermata l'indisponibilità di Zlatan Ibrahimović che si va ad aggiungere a quella di Florenzi. Per i rossoneri, però, ci sono anche delle buone notizie: tornano a disposizione Simon Kjær e soprattutto Júnior Messias, atteso al debutto con la maglia del Milan.

Come arriva l'Atalanta

Tratto dal sito Acmilan.com

Dopo un inizio altalenante, la squadra di Gian Piero Gasperini sembra avere ritrovato la migliore condizione nelle ultime uscite, come testimoniato dal successo europeo di mercoledì contro lo Young Boys e dai tre risultati utili maturati in campionato con le vittorie contro Salernitana e Sassuolo e il pareggio dell'ultima giornata contro l'Inter. Pochi i volti nuovi arrivati in estate: Musso, Demiral, Zappacosta e Koopmeiners. Sia contro l'Inter che con lo Young Boys Gasperini ha proposto un 3-4-2-1 con diversi punti in comune: Musso tra i pali; linea difensiva con Tolói, Demiral e l'alternanza tra Palomino e Djimsiti come centrale di sinistra; Zappacosta e Gosens - infortunatosi in Champions e assente contro i rossoneri - ai lati di De Roon e di uno tra Freuler e Koopmeiners in mezzo; Pessina e Malinovskyi ad agire dietro l'unica punta Zapata.