IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Milan, Gazidis: ‘Maldini? E’ un punto di riferimento’

Ivan Gazidis e Paolo Maldini, rispettivamente amministratore delegato e direttore tecnico del Milan

Concede una lunga intervista a MilanTv Ivan Gazidis. Tanti gli argomenti toccati dal dirigente, ecco le sue parole

Redazione Il Milanista

Parla a Milan Tv Ivan Gazidis. L' amministratore delegato e direttore generale del club rossonero ha toccato diversi temi: da Maldini, a Scaroni. Passando per gli obiettivi del club e la forza della squadra rossonera, oltre al suo amore per il calcio. Ecco le sue parole.

Sulla squadra rossonera.

"Il nostro è un gruppo forte, fatto di giocatori forti. Solo in questo modo si può avere successo. Servono calciatori di qualità, inoltre abbiamo un team fuori dal campo molto moderno che sta facendo un lavoro fantastico. Maldini? Lui è un punto di riferimento, sia tecnico ma anche perché incarna i valori di questo club. I tifosi possono avere fiducia in questa squadra".

Sul peso del Milan.

"Abbiamo sicuramente peso. Scaroni è un presidente credibile, ha grande influenza. Inoltre c'è Maldini, anche lui ha grande influenza".

Il suo rapporto con il calcio.

"Amo il calcio, perché è in continuo cambiamento. Non c'è un solo sistema di gioco, la cosa più importante è l'attitudine. Oggi sono importanti l'uno contro uno e le transizioni di gioco. E' un calcio dove velocità e forza, oltre alla bravura tecnica, sono molto importanti".

 Fikayo Tomori, difensore inglese del Milan arrivato in prestito dal Chelsea

Su Tomori.

"Lui è l'incubo degli attaccanti. Per loro se c'è lui non c'è niente di facile, non è possibile batterlo in velocità e nemmeno con la forza",

Sulla rosa rossonera.

"La nostra squadra è composta da calciatori moderni con forza e velocità. Inoltre sono giovani e vogliamo farli crescere all'interno del nostro club".

Sul futuro.

"Siamo tornati in Champions League, per noi questo è passo importante".

Sui tifosi del Milan.

"Se ripenso a cosa hanno fatto fuori da Casa Milan mi vengono i brividi. Voglio ringraziarli, il loro supporto è fondamentale per la nostra crescita. Non nascondo che in futuro mi piacerebbe essere considerato solamente un tifoso del Milan, come loro. Forza Milan sempre!".