Pioli a DAZN: “Abbiamo creato poco, ma abbiamo dato tutto. Ibra? Ha chiesto lui il cambio”

Ecco le parole del tecnico rossonero ai microfoni di DAZN

di Redazione Il Milanista
Stefano Pioli, allenatore del Milan

MILANO – Una sconfitta pesante quella di oggi nel derby meneghino. 3 a 0 che porta la firma di Lautaro e di Lukaku. Una partita che permette ai nerazzurri di allungare in classifica proprio sul Milan che rimane secondo con Roma e Juventus che, in caso di vittoria, potrebbero avvicinarsi in modo pericoloso e mettere in discussione la seconda piazza.

Stefano Pioli, allenatore del Milan
Stefano Pioli, allenatore del Milan

Le parole di Pioli a DAZN

Al termine della partita, ai microfoni di DAZN , è intervenuto il tecnico rossonero Stefano Pioli. Ecco le sue parole:

COSA E’ PESATO DI PIU’ –È pesato molto il gol dopo cinque minuti, poi abbiamo avuto difficoltà a trovare spazio. Nel primo tempo ci è mancato ritmo, che abbiamo invece messo nel secondo tempo. Non siamo riusciti a fare gol quando meritavamo il pareggio, sul secondo gol dovevamo fermare l’azione prima. Sul secondo tempo della mia squadra non ho molto da dire, nel primo si poteva fare di più. Nel secondo tempo abbiamo avuto tante occasioni da gol, Handanovic era tanto tempo che non parava così bene”.

IBRA – È chiaro che un centravanti è condizionato dalla prestazione della squadra. Handanovic era da un po’ che non parava così tanto e così bene. È stata una settimana difficile ma ci riprenderemo”.

POCA PRESSIONE ALTA – Non siamo stati così aggressivi perché non volevamo aprire troppo il campo e concedergli troppi uno contro uno. Non è facile andare lì e portargli via il pallone, la loro gestione è molto lucida”.

MOMENTO COMPLICATO CON UNA ROSA GIOVANE ? – “La nostra forza è sempre stato l’equilibrio e credere nel nostro lavoro. Se un anno fa ci avessero detto che ora saremmo stati secondi in classifica tutti avremmo fatto i salti di gioia, ma ora non dobbiamo essere sereni. Sicuramente non dobbiamo dimenticarci del nostro percorso, questo ci deve insegnare che dobbiamo fare qualcosa in più. La serata storta è stata quella di Spezia, non oggi. Dispiace per i tifosi ma la partita l’abbiamo fatta. Dobbiamo alzare il livello di tante situazioni che in queste partite sono state al di sotto. Quando perdi devi lavorare di più e lavorare bene”.

MOMENTO NEGATIVO LEGATO ANCHE ALL’EUROPA LEAGUE? –I dati che abbiamo non sono inferiori ai nostri avversari. Siamo stati l’unica squadra a fare i preliminari, adesso i giocatori che hanno giocato di più a causa degli infortuni hanno giocato troppo, gli altri invece devono giocare di più per trovare la condizione. Ma sono situazioni che possono starci in una stagione. La prima settimana veramente negativa di questa stagione, giovedì prossimo dovremmo essere più bravi dei nostri avversari per passare il turno e poi pensare al campionato”.

SULLA SOSTITUZIONE DI IBRA –Ha chiesto il cambio per un crampo al polpaccio, non era più in grado di staccare. Poi vedremo per giovedì e domenica che scelte fare”.

 

L'allenatore del Milan Stefano Pioli stringe la mano al tecnico nerazzurro Antonio Conte
L’allenatore del Milan Stefano Pioli stringe la mano al tecnico nerazzurro Antonio Conte

 

 

 

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy