Ibra, prosegue la sfida con l’Atalanta: la provocazione di De Roon

Milan-Atalanta lascia ancora strascichi. E non solo sul campo. Curioso infatti il siparietto scatenato dal centrocampista Marten De Roon.

di Redazione Il Milanista
Stefano Pioli, Alessio Romagnoli, Zlatan Ibrahimovic e Simon Kjaer

MILANO – Un nuovo record sta per sfondare Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese ha nel mirino il traguardo dei 500 gol in carriera con maglie di club. Attualmente Ibrahimovic è a quota 498 (18 Malmoe, 48 Ajax, 26 Juventus, 66 Inter, 22 Barcellona, 156 Psg, 29 Manchester United, 53 L.A. Galaxy e 80 Milan). Considerando che con la nazionale, comprese le giovanili, Ibrahimovic ha messo a segno 69 gol, in totale in carriera si trova a quota 567.

Questo evento atteso ci riporta al netto successo ottenuto dall’Atalanta al Meazza contro il Milan. Non si sono placate infatti, le polemiche nate dopo il siparietto tra Duvan Zapata e Zlatan Ibrahimovic. “Non potete chiudere una partita senza rigori. Volete il tredicesimo?“, aveva provocato il colombiano, scatenando la pronta reazione dello svedese: “Ma di che parli, ho fatto più gol io che tu partite nella tua carriera“. A distanza di 48 ore la querelle si arricchisce di un nuovo capitolo, con Marten de Roon che, sul proprio account Twitter, ha pubblicato un video di scherno nei confronti del fuoriclasse rossonero. Si tratta di un filmato di 20 secondi nel quale, dopo una prima parte dedicata alla piccata risposta di Ibrahimovic a Zapata (con tanto di sottotitoli al labiale), scorrono rapidamente le tre reti messe a segno dai ragazzi di Gasperini.

Zlatan Ibrahimovic applaude nonostante un'espressione non proprio felice
Zlatan Ibrahimovic applaude nonostante un’espressione non proprio felice

Milan, problemi di formazione per Pioli

Non fa in tempo a respirare l’infermeria di casa Milan: anche stasera Stefano Pioli non avrà molta possibilità di scelta. Ma andiamo con ordine: innanzitutto mancherà Gigio Donnarumma per squalifica e al suo posto sarà schierato Tatarusanu. In difesa riposerà Calabria con Diogo Dalot al suo posto, poi i titolari Kjaer, Romagnoli e Theo Hernandez. Tonali è in dubbio: al suo posto in mediana, al fianco di Kessie, ci sarà Meité. Davanti confermato Ibrahimovic, con Saelemaekers, Brahim Diaz e Rafael Leao sulla trequarti; panchina iniziale per Mandzukic (non al meglio) e Rebic.

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Dalot, Kjær, Romagnoli, Theo Hernandez; Meite, Kessie; Saelemaekers, Diaz, Rafael Leao; Ibrahimovic.

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy