De Grandis appunta: “Pioli doveva sostituire Ibra e non Leao”

Le parole di Stefano De Grandis, ex calciatore e attuale opinionista.

di Redazione Il Milanista
Zlatan Ibrahimovic protegge palla dall'attacco di Danilo

MILANO Stefano De Grandis, ex calciatore e attuale opinionista, si è così espresso a Sky Sport 24, ha parlato della gestione dei cambi di mister Pioli in Bologna-Milan: “Il Milan deve resistere ad un periodo non brillantissimo e ha dovuto resistere all’assenza di Hakan Calhanoglu, che è guarito dal Covid. Deve resistere anche al fatto che l’Inter non molla e sta iniziando a vincere con una certa scioltezza. In più qualche piccola sbavatura ieri contro il Bologna si è vista. Adesso che è arrivato Mandzukic, che dopo Ibra è un altro totem, la loro gestione può diventare un problema. Ad un certo punto il Milan aveva la partita in mano e Pioli ha pensato di poter far entrare di Mandzukic. Secondo me in quel momento deve avere il coraggio di togliere Ibra e lasciare Leao in quel momento, che è uno che allunga la squadra. Con i due “ragazzacci” non più giovanissimi in campo il Milan si allungava un po’ di meno e alla fine ha preso gol e ha sofferto fino alla fine”.

Stefano De Grandis, ex calciatore e attuale opinionista di SkySport
Stefano De Grandis, ex calciatore e attuale opinionista di SkySport

Bologna 1-2 Milan, il tabellino del match

BOLOGNA-MILAN 1-2

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Soumaoro, Danilo, Dijks (34’st Palacio); Schouten (34’st Poli), Domínguez (22’st Svanberg); Orsolini (22’st Skov Olsen), Soriano, Sansone (22’st Vignato); Barrow. A disp.: Da Costa, Ravaglia; De Silvestri, Paz, Hickey; Baldursson. All.: Mihajlović.
MILAN (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Tomori, Romagnoli, Hernández; Tonali (17’st  Bennacer), Kessie; Saelemaekers, Leão (28’st Mandžukić), Rebić (17’st Krunić); Ibrahimović. A disp.: Donnarumma A., Tătăruşanu; Dalot, Kalulu; Castillejo, Hauge, Meïte; Maldini. All.: Pioli.

Arbitro: Doveri di Roma.
Gol: 26′ Rebić (M), 10’st rig. Kessie (M), 36’st Poli (B).
Ammoniti: 24′ Dijks (B), 6’st Rebić (M), 11’st Soriano (B).

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy