Pellegatti: “Il Milan è ancora primo. Ognuno guardi in casa sua…”

Le parole di Carlo Pellegatti

di Redazione Il Milanista
I festeggiamenti del Milan dopo la vittoria ai rigori contro il Torino

MILANO – Nonostante per il Milan sia stata solo la seconda sconfitta in questo campionato nell’arco di un intero girone, quella rimediata contro l’Atalanta ha fatto molto rumore. Una prestazione senza dubbio insufficiente, ma che non ridimensiona le ambizioni di questa squadra che, con quarantatré punti in diciannove giornate, è ancora in testa al campionato con due lunghezze di vantaggio sulla seconda in classifica. Il bottino attuale è di due sconfitte, quattro pareggi e ben tredici successi. Domani sera, inoltre, il Diavolo avrà una grande occasione per riscattarsi, sfidando i cugini nerazzurri nei quarti di finale di Coppa Italia. Attraverso il proprio canale YouTube ne ha parlato Carlo Pellegatti, noto giornalista di fede rossonera.

IL SUO COMMENTO – “Il Milan in questa stagione ha sbagliato solamente due partite. La prima è stata quella contro il Lille all’andata, nel girone di Europa League. La seconda quella di sabato, contro l’Atalanta in campionato. Con la Juventus, invece, pur avendo perso i rossoneri sono stati sempre in partita nonostante le numerose assenze. Dopo questa sconfitta contro l’Atalanta sembra che il Milan sia settimo, invece è ancora in prima posizione. Nelle prossime settimane dovremo giocare tre partite di fila contro squadre che sono nella parte destra della classifica. Bologna, Spezia e Crotone. Per ora il Milan ha espresso un grande calcio e sono convinto che tornerà ad esprimerlo. Non sopporto quando il Milan viene snobbato. Ogni squadra ha i suoi problemi, non ho visto squadre arrembanti. Ognuno pensi a casa sua. Sono ormai moltissimi mesi che questa squadra sta ottenendo risultati con grande continuità, dimostrando di essere forte”.

REAZIONE – “Vedremo come reagirà il gruppo domani nel derby di Coppa Italia contro l’Inter. Ma più che il risultato mi interessa la prestazione. Voglio vedere sul campo il bel gioco che il Milan ha mostrato sinora”. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Ibrahimovic-protesta-con-mariani-durante-milan-atalanta
Ibrahimovic-protesta-con-Mariani-durante-Milan-Atalanta
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy