Milan, il derby di Coppa Italia per reagire. E Pioli carica la squadra

Ieri lo staff tecnico era a Milanello per alleggerire la tensione, tenendo su la squadra nel primo vero momento di difficoltà della stagione.

di Redazione Il Milanista
Stefano Pioli, allenatore del Milan dal novembre 2019
Maldini e Pioli caricano il Milan

MILANO – Non sarà la brutta e pesante sconfitta contro l’Atalanta a rovinare il percorso di crescita del Milan. Non sarà la brutta e pesante sconfitta contro l’Atalanta ha distruggere quanto di buono fatto fino ad ora in campionato. Ma serve una reazione, subito, prima di testa e poi di piedi: domani ci sarà già l’occasione di rifarsi.

Il Milan, nel match di sabato sera, è mancato in ogni fondamentale, surclassato dai bergamaschi che, quando decidono di giocare a questo livello d’intensità, sono praticamente unstoppables; ripetiamo, però, i rossoneri ci hanno messo del loro, non riuscendo, se non per i primi 10 minuti, a imporre una giusta reazione mentale e tecnica“I meriti dell’Atalanta – ha commentato Stefano Pioli nel post partita – sono evidenti, noi è evidente che possiamo fare molto meglio. In alcune occasioni bastava un po’ di precisione e personalità. Sul primo gol si poteva marcare meglio, si poteva anche intercettare il cross primo. Loro sono stati più bravi, siamo comunque forti. Mi dispiace per il secondo gol, la partita si poteva tenere viva fino alla fine. Adesso dobbiamo ripartire con grande convinzione, siamo lì e ce la possiamo giocare”. 

Occasione derby di Coppa Italia

Zlatan Ibrahimovic applaude nonostante un'espressione non proprio felice

La Coppa Italia – ne siamo consapevoli – non è l’obiettivo primario, ma giocare un derby è sempre importantissimo a prescindere dalla competizione per cui viene disputato. La società tutta, dunque, è stata vicinissima alla squadra nelle ultime ore; come riportato da Il Corriere della Sera, ieri Maldini e Massara si sono presentati a Milanello per alleggerire la tensione, tenendo su la squadra nel primo vero momento di difficoltà della stagione: serve, infatti, grande compattezza e voglia di riscattarsi subito. Anche Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha voluto caricare la squadra: “Non è successo niente di grave, il campionato dura ancora quattro mesi, rialziamo la testa e ripartiamo subito” la sintesi del discorso del tecnico milanista ai suoi ragazzi. L’obiettivo è chiaro: dimenticare subito il passo falso di sabato e avere una reazione immediata, proprio com’è successo dopo le sconfitte contro Juventus e Lille.  >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy