Dicono del Milan… le parole del 3 febbraio

Ecco le parole degli addetti ai lavori

di Redazione Il Milanista
Il pallone ufficiale della Serie A sul prato di San Siro

MILANO – Ecco le parole del giorno degli addetti ai lavori sul Milan:

IGNACIO PIA’ A SKY SPORT 24 – Il Milan ha la consapevolezza di essere una squadra forte. Erano partiti piano piano, zitti zitti, e invece hanno preso fiducia. È una squadra che anche nei momenti di difficoltà, quando sono capitate quelle poche sconfitte, hanno avuto la forza di reagire. È un segnale importante per una squadra che lotta e vuole lottare. In questo momento penso che sia la squadra con più mezzi a livello di gruppo e di solidità per arrivare fino in fondo per lo scudetto”.

MASSIMO TECCA A SKY SPORT 24 –Il gioco di squadra è la somma di tante individualità. Abbiamo avuto l’individualità Theo, Donnarumma in porta, Kessié in mezzo al campo, tanti giocatori che danno una grossa mano, ma la capacità di legare il gioco sicuramente è la prerogativa principale di Calhanoglu. Giocatore fondamentale, insostituibile, a volte forse più decisivo anche di Ibra”.

GIANCARLO PADOVAN A SKY SPORT 24 –Quando è stato assente Ibra il Milan ha funzionato lo stesso, mentre senza Calhanoglu ha fatto più fatica. Però va dato a merito a Pioli per quello che sta facendo: anche con tante assenze, la sua squadra funziona lo stesso. Ormai i meccanismi di gioco sono stati interiorizzati da tutti i giocatori rossoneri. Il Milan ha una buona rosa, ma non è al livello di quelle di Inter e Juventus. Quindi finora Pioli è stato più bravo dei suoi colleghi“.

PAOLO CONDO’ AL CANALE YOUTUBE DI STEFANO BORGHI –Un amico di Madrid mi ha detto che Sergio Ramos non resterà al Real nella prossima stagione. Se Paolo Maldini lo chiamasse di persona, lui ci penserebbe seriamente di andare a giocare nel Milan. Per lui sarebbe un grande onore giocare nel club rossonero. Ho girato questa informazione e la reazione da ambienti vicini ai dirigenti del Milan è che ci sono stati dei sondaggi esplorativo è stato fatto, ma le pretese sono assolutamente fuori mercato e quindi credo che Sergio Ramos andrà al PSG o in Inghilterra“.

MANUELE BAIOCCHINI A SKY SPORT 24 –Il Milan vive una situazione d’emergenza da tanto tempo. Da inizio campionato sono mancati dai 3 giocatori ai 7 giocatori, come nella partita contro la Juventus. Ha perso, ma giocando a testa alta. E’ un Milan che è riuscito a resistere nonostante le assenze. Ora il Milan ha recuperato diversi giocatori, tra cui Rebic, Mandzukic e Bennacer, ma ha recuperato soprattutto Calhanoglu, che, come dicono i numeri, è il giocatore più importante della rosa rossonera“.

MATTERO MARANI A SKY SPORT 24 – “Il Milan è molto veloce nel cercare la porta avversari. Spesso i rossoneri arrivano in area uno contro uno, non c’è contestazione su nessun rigore. Fermare quei giocatori diventa complicato se i difensori non sono di eccelsa qualità”. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<< 
Ibrahimovic e Kessié
Ibrahimovic e Kessié
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy