Conti, quale futuro? Dalla cessione in prestito al pericolo minusvalenza

Le ultime novità sul futuro di Andrea Conti, terzino rossonero finito ai margini della rosa di Stefano Pioli.

di Redazione Il Milanista

MILANO – Il Milan continua a lavorare sul mercato. La sessione di gennaio è alle porta e diverse società hanno giù iniziato a muoversi: quanto in entrata, quanto in uscita. Proprio a quest’ultimo proposito, la società ha un problema da affrontare con numero 12 rossonero, Andrea Conti. Finito ai margini del Milan nell’ultimo ano e pregiudicato nel rendimento da numerosi infortuni nelle due precedenti stagioni. A ciò si è poi aggiunnto un avvio di stagione assolutamente straordinario di Davide Calabria. Il terzino rossonero ha trovato anche la via della Nazionale e si candida a rappresentare il Paese agli Europei del 2021. L’ex Atalanta adesso sta bene, ha recuperato del tutto dai suoi problemi fisici che lo hanno spesso frenato in questa sua avventura in rossonero e vorrebbe tornare protagonista giocando con continuità.

SULLE PAROLE DELL’AGENTE A PROPOSITO DEL SUO FUTURO – In una recente intervista a Milannews.it, l’agente del terzino lecchese ha aperto a un eventuale addio a gennaio: ‘Mi alzo la mattina e penso a Conti, per un semplice motivo, perché l’anno scorso ha dimostrato di essere un giocatore da Milan, arrivava da mille problemi. Provare a trovare continuità da un’altra parte quando lui ha dimostrato di essere un giocatore da Milan mi darebbe fastidio. Però se rimane lì e continua così fino a giugno vuol dire che abbiamo fatto un buco nell’acqua. Conti è un punto interrogativo, ci pensiamo tutti i giorni’.

Andrea Conti, terzino rossonero, in una delle sue rare apparizioni con la maglia del Milan.

SULLA POSSIBILE CESSIONE E IL PERICOLO DI MINUSVALENZA – La situazione più probabile al momento è quella della cessione in prestito semestrale. Il club rossonero per evitare una minusvalenza in bilancio incassare almeno 9 milioni dal suo cartellino. Una cifra importante per un giocatore che gioca rarissimamente. Pertanto potrebbe essere necessario rivalutare il numero 12, prima di una eventuale cessione.

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy