36 anni fa Paolo Maldini esordiva con il Milan: il racconto

Il 20 gennaio 1985 il figlio di Cesare Maldini, Paolo, compiva i primi passi sul campo con la maglia rossonera.

di Redazione Il Milanista
Paolo Maldini, attuale dt rossonero, in azione da calciatore
Milan, 36 anni fa l'esordio di Paolo Maldini

MILANO – Il 20 gennaio non è e non potrà mai essere una data qualunque per il Milan. E quel “Maldini” non è e non potrà mai essere un cognome qualunque per il club rossonero. 36 anni fa, infatti, il figlio di Cesare Maldini, Paolo, esordiva con la maglia che fu del padre in quel di Udine. E lì (ri)cominciò la leggenda.

Udinese-Milan, 20 gennaio 1985. Tra i rossoneri si fa male Battestini e tutti immagino che Liedholm, allora tecnico dei rossoneri, si affidi a Cimmino per sostituirlo. L’allenatore svedese, però, sorprende tutti, decidendo di far entrare all’intervallo un 16enne alla prima convocazione in Prima Squadra: Paolo Maldini. Entra, sbarbato, emozionato, ma pronto. Il primo pallone è un retropassaggio al portiere Terraneo: un gesto solo all’apparenza semplice, ma quanto mai simbolico di un metaforico passaggio di testimone da suo padre Cesare. Prima fu Cesare, poi arrivò Paolo e il Milan vinse tutto e più volte. Ora c’è Daniel, il terzo dei Maldini, giunti alla 1000esima presenza complessiva in maglia rossonera.

L’avvenire leggendario di Maldini

Paolo Maldini, direttore dell'area tecnica del Milan
Paolo Maldini, direttore dell’area tecnica del Milan
“Questo ragazzo ha un grande avvenire”, disse Liedholm dopo l’1-1 del 20 gennaio 1985. Profetico sì, ma con un 16enne di quel talento e con quel cognome si poteva andare anche sul siro: 7 Scudetti, 1 Coppa Italia, 5 Supercoppe Italiane, 5 Champions League (con 8 finali disputate), 5 Supercoppe Europee, 2 Coppe Intercontinentali, 1 Mondiale per Club.
Ora Paolo punta a vincere anche da dirigente. Il suo Milan, di cui è direttore dell’area tecnica, è primo in classifica in Serie A con 43 punti dopo 18 giornate e sogna in grande anche grazie ad un calciomercato invernale che sta facendo scintille. >>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy