Cutrone, il papà: “E’ testardo e milanista, vive per il calcio”

Il padre del giovane bomber del Milan commenta in un’intervista la passione del figlio ed il suo legame con i colori rossoneri, svelando alcuni episodi simpatici

di Redazione Il Milanista

MILANO – La Gazzetta dello Sport ha intervistato Pasquale Cutrone, padre del giovane bomber rossonero: “Dire che vive per il calcio è l’esatta verità. Fino a qualche mese fa dormiva col pallone. In senso letterale: lo teneva sul cuscino. Per non parlare dei danni che ha combinato giocando in casa: ultimamente ha rotto una pianta a mia moglie. Il primo giorno di asilo invece mi chiamò la suora: aveva spaccato il vetro dell’estintore. È un ragazzo bonaccione ma con una personalità molto forte. Molto testardo nelle cose. Per fortuna lo è stato anche nello studio, e questa estate ha preso la maturità scientifica. Mi ha anche promesso che non si farà altri tatuaggi: altrimenti sono guai”. Prima che il Milan piazzasse l’affondo decisivo, anche l’Inter aveva provato a prendere Cutrone: “I nerazzurri hanno temporeggiato, non si sono più fatti sentire, io ho stretto la mano a Bianchessi e l’affare è andato in porto. Per lui è stato il massimo, anche perché è milanista. I suoi allenatori ci hanno sempre detto che ha la testa giusta. Credo di sì: dopo il gol di Skopje era già lì a pensare al Cagliari. Ogni tanto mi piacerebbe che riuscisse a godersi il momento”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy