news milan

VERSO L’ATLETICO | Pioli a tutto Diaz: arginare il Cholismo e fare punti

Diaz e Pioli

Milan-Atletico Madrid va in scena questa sera a San Siro. Il fischio d'inizio della partita è in programma alle ore 21.00. Il focus.

Redazione Il Milanista

Il Milan sfida l'Atletico Madrid nella 2ª giornata del Gruppo B di Champions League. Questa sera, dopo ormai 8 anni, il pubblico rossonero torna a respirare l'aria della massima competizione Europea in quel di San Siro.

CONFRONTI, FRA OGGI E IERI - I rossoneri hanno perso la gara d'esordio contro il Liverpool per 3-2, mentre i Colchoneros hanno un punto in classifica, avendo pareggiato al debutto contro il Porto. Le due squadre si sono affrontate soltanto 2 volte nelle Coppe europee nella loro storia: i due precedenti risalgono agli ottavi di finale della Champions League 2013/14, quando i rossoneri persero entrambi i confronti e furono eliminati dalla competizione.

 Kakà, leggenda del Milan. Lui l'ultimo marcatore rossonero nella sfida agli ottavi contro l'Atletico Madrid.

LE MOSSE DI PIOLI PER ARGINARE IL CHOLISMO - L'impegno è complicato, perché gli spagnoli dell’Atletico Madrid arrivano da favoriti e con una rosa di grande qualità: “C'è grande entusiasmo e voglia di giocare questa partita. Prenderemo energie dai nostri tifosi. Sarà una gara difficile nella quale vogliamo dimostrare i nostri miglioramenti", ha spiegato il tecnico Stefano Pioli. Pioli non recupera Ibrahimovic, così Messias, Krunic e Bakayoko, mentre ritornano Kjaer e Florenzi ma non dall’inizio. E’ possibile che siano Tomori e Romagnoli ad essere titolari davanti a Maignan, mentre a centrocampo dovrebbero giocare sia Kessie che Bennacer, con Rebic in attacco, preferito a Giroud.

 Brahim Diaz

DAVANTI IL MILAN SI GIOCA TUTTO - Reparto chiave di questo Milan targato Stefano Pioli è sicuramente la trequarti, dove quest'anno si è trovato un Brahim Diaz in più ed in formissima. "Non abbiamo mai avuti dubbi sulle sue qualità, lo abbiamo voluto fortemente. Rispetto a Calhanoglu, Brahim è un vero trequartista. Mi piace molto come attacca bene l'area avversaria e la profondità, oltre a dare una grande mano anche in fase difensiva", ha spiegato Stefano Pioli.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Kjaer, Theo Hernández; Tonali, Kessié; Saelemaekers, Brahim Díaz, Rafael Leão; Rebic.

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Trippier, Felipe, Giménez, Hermoso; Correa, De Paul, M. Llorente, Carrasco; Griezmann, L. Suárez.