IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Lukaku: “Non andrei mai alla Juve o al Milan.In Italia per me c’è solo l’Inter”

I giocatori di Milan e Inter durante il derby

L’attaccante ha dichiarato di voler tornare in Italia, ma solo con i nerazzurri. Non considera l’interesse del Milan o dei bianconeri.

Redazione Il Milanista

Romelu Lukaku ha rilasciato una lunga intervista a Sky Sport. L’attaccante ha confermato la volontà di tornare in Italia in futuro. Il sogno del belga è tornare a vestire la maglia nerazzurra, dopo aver disputato due stagioni a Milano. Quest’estate il numero 9 ha deciso di lasciare il club per andare nel Chelsea di Conte, dove però non si sta trovando a proprio agio. Attraverso quest’intervista Lukaku ha chiesto scusa ai suoi vecchi tifosi per il modo in cui ha abbandonato la squadra.

L’attaccante ha dichiarato di voler tornare a vestire i colori nerazzurri: “Per prima cosa voglio dire un grande scusa ai tifosi dell’Inter, perché penso che la maniera in cui me ne sono andato sarebbe dovuta essere diversa.Io dovevo parlare prima con voi, perché le cose che voi avete fatto per me, per la mia famiglia, per mia madre, per mio figlio, sono cose che rimangono per me nella vita. Io spero davvero nel profondo del mio cuore di tornare all’Inter, non alla fine della mia carriera, ma a un livello ancora buono per sperare di vincere di più”.

Per Lukaku non esiste nessun’altra squadra in Italia. Su di lui ci sono stati infatti dei sondaggi da parte della Juve e del Milan, ma il giocatore non sarebbe disposto a giocare in questi club. Ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato: "Se in futuro queste due squadre bussassero alla mia porta? Mai, mai. Prima dell'Inter c'era stato qualcosa con la Juventus? Ci avevano provato, sì. Ma quando seppi che Conte sarebbe diventato l'allenatore dell'Inter... Mi arrabbiai un po' con il mio procuratore: sapeva che non volevo parlare con la Juve, perché in Italia c'è solo l'Inter per me, è sempre stato così. Ho parlato anche con loro perché non avevo ancora ricevuto l'offerta dell'Inter, ma quando ho saputo che Conte sarebbe diventato l'allenatore dell'Inter ho aspettato fino alla fine. È chiaro che in futuro, dovessi tornare in Italia, andrei all'Inter. Oppure tornerei all'Anderlecht".