IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Da Milanello, il punto sugli infortuni: operazione ok per Calabria

Calabria a contrasto con Zaccagni in Verona-Milan

Ecco il report medico fornito da acmilan.com sugli infortunati.

Redazione Il Milanista

MILANO Dopo la sconfitta casalinga contro il Napoli per 0-1 e l'eliminazione dall'Europa League per mano del Manchester United, il Milan ha iniziato a preparare il prossimo impegno prima della sosta per le Nazionali: domenica in campionato il Milan il club rossonero sarà ospite della Fiorentina, nel match valido per la 28esima giornata di Serie A in programma domenica 21 marzo alle 18 allo stadio "Franchi".

Ecco il report medico fornito da acmilan.com sugli infortunati:

Davide Calabria, in seguito ad un trauma al ginocchio destro a Manchester, ha riportato una lesione del menisco mediale che necessita di intervento artroscopico in programma venerdì 19 marzo: "AC Milan comunica che Davide Calabria è stato operato per risolvere la lesione del menisco mediale del ginocchio destro. L'intervento in artroscopia, effettuato presso la clinica La Madonnina dal Dottor Roberto Pozzoni alla presenza del responsabile sanitario rossonero Stefano Mazzoni, è perfettamente riuscito. I tempi di recupero sono stimati in 30 giorni".

Ante Rebić ha una riacutizzazione dell'infiammazione del muscolo otturatore esterno dell'anca destra, problema di cui ha già sofferto nelle ultime settimane.

Rafael Leão non è a disposizione per una lesione di primo grado del muscolo bicipite femorale della coscia sinistra.

Nell'allenamento di mercoledì 17 marzo Alessio Romagnoli ha riportato una lesione di primo grado del muscolo gemello mediale del polpaccio sinistro.

Mario Mandžukić e Daniel Maldini stanno proseguendo le cure per le rispettive lesioni muscolari.

Le parole di Brahim Diaz

 Brahim Diaz affronta Rodrigo De Paul nel match contro l'Udinese

"Abbiamo sempre giocato ad un buon livello. Siamo tutti uniti e personalmente sono felice. Spero di poter dare il massimo. Ieri ci sono mancati i piccoli dettagli. Ma sono orgoglioso della squadra perché siamo più compatti che mai. Ora dobbiamo pensare solo al campionato e dobbiamo vincere tutte le partite che ci restano. L'eliminazione è stata amara. Siamo arrabbiati perché ci meritavamo di più. Però questo ci darà forza e ci permetterà di giocare ad un livello alto nelle prossime partite, dall'inizio fino alla fine. Un risultato del genere ci rende più uniti. Mi piace giocare in tutto il campo e avere la palla tra i piedi, ho molta fiducia sia in me stesso che nella squadra. Vincere la prossima partita ci darebbe tanta forza, quindi ora dobbiamo pensare solo alla Fiorentina, dove dovremo dare il massimo. Sappiamo che sono una buona squadra e che hanno dei giocatori in forma. Ma dobbiamo pensare a noi stessi e dare il massimo".

Potresti esserti perso