10 febbraio, 35 anni fa Berlusconi divenne proprietario del Milan

Il 10 febbraio 1986 Silvio Berlusconi diede inizio alla sua avventura gloriosa con il Milan.

di Redazione Il Milanista

MILANO – Il 10 febbraio 1986 Silvio Berlusconi divenne proprietario del Milan, con la ratificazione ufficiale che arrivò dieci giorni più tardi. Una data storica per il calcio italiano e per il club rossonero, dato che l’imprenditore milanese, in coppia con Adriano Galliani, portò il Milan e l’Italia in cima all’Europa e al Mondo con le giocate dei campioni milanisti. Berlusconi è stato di gran lunga il presidente più vincente della storia rossonera: 8 volte campione d’Italia, 5 volte campione d’Europa e poi 2 Coppe Intercontinentali e una Coppa del Mondo per club. Ha inoltre vinto 7 Supercoppe italiane, 5 europee nonché una Coppa Italia per un totale di 29 trofei ufficiali in 30 anni.

Il suo amore per il Milan

berlusconi-galliani

Silvio Berlusconi, storico presidente rossonero, si era così espresso ai canali ufficiali del club di via Aldo Rossi in occasione dei 120 anni del Milan, soffermandosi sull’arrivo, gli allenatori, le squadre, il gioco e le grandissime vittorie ottenute: “Sono milanista da sempre, sono andato allo stadio con mio papà e quindi avevo il Milan nel cuore e, come tutti i ragazzi, avevo fatto del Milan e dei suoi calciatori un esempio da seguire come combattività, come impegno, come costanza nel perseguire dei risultati importanti e difficili. Dunque, quando vidi che il Milan andava di male in peggio per tutto ciò che era successo presi la decisione di entrare in campo anche io e da lì cominciò questa storia meravigliosa. Quelli che ci eravamo prefissati erano traguardi a cui nessuno credeva. Io sono assolutamente soddisfatto e felice perché grazie alle vittorie di questo grande Milan sono diventato il presidente di club più vittorioso della storia del calcio mondiale. Dovunque io vado c’è gente che mi vuole abbracciare e ringraziarmi per il Milan che abbiamo saputo costruire. Non solo in Italia, ma anche all’estero”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy