• ultim'ora

Tre goal anche con le seconde linee: l’analisi post Milan 3-0 Sparta Praga

La breve cronaca e il commento alla sfida tra Milan e Sparta Praga, vinta 3 a 0 dai rossoneri.

di Redazione Il Milanista
L'analisi post Milan 3-0 Sparta Praga

MILANO – Il Milan ha battuto per 3 a 0 lo Sparta Praga nella sfida valida per la seconda giornata dei gironi di Europa League; a segno Brahim Diaz al 24esimo su assist di Ibrahimovic, Rafael Leao al 57esimo su assist di Dalot e lo stesso terzino portoghese al 66esimo su assist di Bennacer. Rossoneri in testa a punteggio pieno al gruppo H di Europa League; giovedì prossimo sfida ai francesi del Lille in trasferta.

La cronaca di acmilan.com

Approccio molto offensivo da parte dei rossoneri, che vanno subito vicini al vantaggio con un destro alto di Krunić, ben liberato al limite da Bennacer. Al 6′, su cross di Calabria, occasione di testa per Ibra, che conclude sopra la traversa. Il vantaggio rossonero arriva, meritatamente, al 24′: Brahim ruba palla a metà campo, scambia con Ibra e chiude l’azione con un destro preciso tra le gambe di Heča per l’1-0. L’occasione per il raddoppio arriva dopo dieci minuti: Ibrahimović si conquista un calcio di rigore per una trattenuta di Lischka ma, dal dischetto, colpisce la parte alta della traversa. Lo Sparta prende fiducia e si affaccia nell’area rossonera nel finale della prima frazione, senza creare però grossi grattacapi alla nostra retroguardia.

MILAN, ITALY – OCTOBER 29: Zlatan Ibrahimovic of AC Milan takes a penalty kick and misses it during the UEFA Europa League Group H stage match between AC Milan and AC Sparta Praha at San Siro Stadium on October 29, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Leão prende il posto di Ibra a inizio ripresa, e sono subito i rossoneri a creare un doppia grande occasione: prima lo stesso portoghese, in ripartenza, calcia addosso a Heča, che si supera anche sulla ribattuta a colpo sicuro di Tonali. Ma per il 2-0 è solo questione di tempo: al 57′ apertura illuminante di Bennacer per Dalot, assist di esterno sinistro per Leão che di piatto destro deve solo insaccare. E dopo il primo assist, per Dalot arriva anche il primo gol in rossonero, alla seconda presenza: altra palla sontuosa di Bennacer per Diogo, che di mancino al 66′ batte Heča per il 3-0. Dal terzo gol in poi, è solo gestione: secondo successo consecutivo dei rossoneri nel girone H.

L’analisi de ilMilanista.it

Dopo le fatiche e il rammarico di lunedì contro la Roma, Pioli ha scelto il turn over e la scelta ha pagato: le seconde linee del Milan hanno fatto molto bene: certamente lo Sparta Praga non si può considerare un banco di prova eccezionale, ma le gare europee hanno sempre le loro difficoltà e servono per accrescere autostima e mentalità vincente. Ottima gara di Diogo Dalot, schierato come terzino sinistro al posto di Theo Hernandez e autore di un assist e di un goal; benissimo anche Rafael Leao, il quale conferma con la rete il momento di forma super; per la prima volta in stagione, voto alto anche per Sandro Tonali: l’ex Brescia sta migliorando la sua condizione atletica e l’inserimento in squadra non può che essere in discesa;  altra prova deliziosa, infine, per Brahim Diaz, ma ormai non è più una sorpresa. Solite conferme, inoltre, dall’ossatura della squadra: Bennacer è dominante, Ibrahimovic il solito totem, Kjaer non sbaglia niente.

MILAN, ITALY – OCTOBER 29: AC Milan coach Stefano Pioli celebrates the victory with his player Rafael Leao at the end of the UEFA Europa League Group H stage match between AC Milan and AC Sparta Praha at San Siro Stadium on October 29, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Ovviamente, da qui a dire che il Milan abbia la possibilità di giocare e vincere sempre anche con le riserve ce ne passa, ma la squadra c’è e Pioli ha avuto la conferma di poter contare su 15 giocatori di altissimo livello. Che poi, è quello che serve ad una grande squadra per vincere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy