(Prima) partita nata male e finita peggio: l’analisi post Milan 0-3 Lille

La cronaca e il commento alla sfida tra Milan e Lille, vinta per 0 a 3 dai francesi.

di Redazione Il Milanista
L'analisi post Milan 0-3 Lille

MILANO – Il Milan ha perso per 0 a 3 la terza partita della fase a gironi di Europa League contro il Lille; a san Siro decisiva la tripletta del turco Yazici: rigore nel primo tempo, goal da fuori su errore di Donnarumma e tris in contropiede nella ripresa. I francesi scavalcano così il Milan in classifica: francesi a 7 punti, rossoneri a 6.

La cronaca di acmilan.com

Mister Pioli conferma il classico 4-2-3-1 per la sfida di San Siro contro il Lille. Sono Castillejo, Krunić e Díaz ad agire alle spalle di Zlatan Ibrahimović. L’avvio è bloccato, con il gioco che staziona costantemente in mezzo al campo. L’equilibrio si spezza al 20′ quando, sugli sviluppi di una rimessa laterale, l’arbitro Frankowski punisce con il calcio di rigore una spinta (leggerissima) di Romagnoli su Yazici. Dagli undici metri è lo stesso numero 12 ospite a spiazzare Donnarumma e fare 0-1. Il gol cambia l’inerzia del match, con il Milan costretto ad alzare ritmi e qualità, mentre il Lille cerca di colpire in ripartenza. Al 25′ è Ibra a provarci su punizione, ma la sua violenta conclusione viene neutralizzata da Maignan. Gli ospiti, come detto, giocano di rimessa, e sul finire di tempo sfiorano il raddoppio con il destro di Celik che si spegne di poco sul fondo.

MILAN, ITALY – NOVEMBER 05: Yusuf Yazici (R) of LOSC Lille celebrates with his team-mate Xeka (L) after scoring the opening goal during the UEFA Europa League Group H stage match between AC Milan and LOSC Lille at San Siro Stadium on November 5, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

La ripresa si apre con le novità Çalhanoğlu e Leão per Castillejo e Krunić. Il copione rispetto alla prima frazione non cambia, con il Milan proiettato in avanti e subito vicino al pari con il destro di Kessie alto sopra la traversa. Sembra il preludio al gol rossonero, ma nel giro di tre minuti arriva la doccia gelata. Il protagonsita è ancora Yazici, che prima dai venti metri, poi dall’interno dell’area di rigore porta il risultato sullo 0-3. Una mazzata per la squadra di Pioli, che prova a scuotersi al 64′ con il neo-entrato Rebić su cui Maignan si fa trovare pronto. Nel finale, l’ultima occasione capita sul destro di Leão che non trova da ottima posizione la porta. È l’ultima occasione del match, che si chiude con il triplice fischio di Frankowski.

Il commento de ilMilanista.it

Ho letto tantissimi commenti catastrofici e non va bene. La parola d’ordine deve essere calma. Calma prima di ieri, quando non si doveva pensare che fossimo in grado di lottare sempre al massimo livello per lo Scudetto e per tre competizioni e calma dopo ieri e dopo la prima sconfitta stagionale. La prima, tra l’altro, dopo 24 risultati utili consecutivi. La prima, tra l’altro, dall’8 marzo. Calma, dunque.

MILAN, ITALY – NOVEMBER 05: Yusuf Yazici (L) of LOSC Lille scores his second goal during the UEFA Europa League Group H stage match between AC Milan and LOSC Lille at San Siro Stadium on November 5, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

La partita ieri, di fatto, fa poco testo. Il match è nato male ed è finito peggio, con l’ingenuità di Romagnoli sul rigore concesso al Lille che ha aperto la strada ai francesi e l’errore di Donnarumma sul secondo goal dei francesi che gliel’ha spianata. Difficile giudicare una prestazione del genere, se non per gli effetti che questa può avere: domenica, contro il Verona in campionato, bisognerà già reagire. D’altronde, dopo 24 partite una sconfitta ci può stare e – diciamolo – meglio che sia arrivata alla terza giornata dei gironi di Europa League. Occhio, però: si riprenda subito la rotta.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy