Lazio-Milan, le pagelle di Tiziano Crudeli

Lazio-Milan, le pagelle di Tiziano Crudeli

Le pagelle di Lazio-Milan, a firma di Tiziano Crudeli

di Redazione Il Milanista

DONNARUMMA 6,5 – Non deve impegnarsi più di tanto, ma è sempre guardingo e attento nel seguire le azioni avversarie. Segno di maturità che conferma il momento.

CALABRIA 6 – Partita ordinata, qualche volta si spinge in avanti ma senza effetto.

MUSACCHIO 5,5 – Disattento in occasioni delle imbucate laziali, alla fine riesce a tenere botta e portare a casa il pareggio con l’aiuto dei compagni.

ROMAGNOLI 6 – Solito leader, va in affanno in alcune occasioni ma è sempre lui a mettere la toppa decisiva quando necessario.

LAXALT 5 – Prestazione non positiva, si fa imbeccare alle spalle e offendo poco. Quando lo fa, lo fa male.

KESSIE 6 – Esce quasi subito per un problema fisico, i suoi muscoli avrebbero fatto senz’altro comodo.  (Dal 32′ Calhanoglu 6 – Smista e gioca il pallone con intelligenza, è in crescita).

BAKAYOKO 6 – È e resta il padrone del centrocampo rossonero, anche in una serata non facile.

PAQUETA’ 6,5 – L’impressione è che con lui la manovra possa accelerare ed acquisire qualità, luce nel deserto dell’Olimpico.

BORINI 5,5 – Non ci sono spazi, ma lui non rinuncia mai a correre e a sbattersi. Solito cuore.

PIATEK 5 – Alla sua pistola vengono tolti tutti i proiettili, la difesa della Lazio lo disinnesca. Peccato, sarà per la prossima volta, magari nella gara di ritorno…

SUSO 4,5 – Non ha giocato contro l’Empoli ed arrivava riposato alla gara, eppure è stato impalpabile. Serve di più, molto di più. (Dal 72′ Castillejo SV)

Intanto, rivoluzione in corso: chi andrà via a fine stagione? > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy