Taglio stipendi, Rooney alza la voce: “Calciatori trattati come capri espiatori”

Taglio stipendi, Rooney alza la voce: “Calciatori trattati come capri espiatori”

Il duro commento del giocatore inglese

di Redazione Il Milanista

MILANO – Uno dei temi attualmente più caldi nel mondo del calcio è quello relativo al taglio degli stipendi dei giocatori. Tuttavia, in un’intervista rilasciata ai microfoni del ‘Sunday Times’, Wayne Rooney, leggenda del calcio inglese attualmente in forza al Derby County, ha manifestato tutta la propria contrarietà: “Se il Governo mi avesse chiesto di aiutare finanziariamente il personale sanitario o acquistare ventilatori, sarei stato orgoglioso di farlo, perché sapevo dove erano diretti i soldi e per quale causa. Personalmente sono in una condizione in cui posso permettermi di rinunciare a qualcosa. Però non tutti i calciatori sono nella mia stessa posizione; improvvisamente l’intera nostra categoria è stata costretta ad una riflessione sulle riduzioni salariali del 30%. Allora chiedo: perché i calciatori sono improvvisamente diventati i capri espiatori?”.
CLICCA QUI>Intanto, ecco tutte le principali notizie dal mondo Milan in aggiornamento live

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy