Cinciarini: “Rossonero per Baggio e per papà. Romagnoli, percorso super”

Cinciarini: “Rossonero per Baggio e per papà. Romagnoli, percorso super”

Ecco le parole del cestista italiano

di Redazione Il Milanista

MILANO – Andrea Cinciarini, capitano dell’Olimpia Milano, ha rilasciato un’intervista alla tv ufficiale dei rosseneri, MilanTV. Il cestista ha parlato così della sua passione per il Diavolo, elogiando il percorso di Alessio Romagnoli e dei ritorni di Boban e Maldini. Ecco le sue parole:

Sono diventato tifoso del Milan grazie a mio papà che guardava le partite e poi grazie a Baggio: ero innamorato di lui e quando è andato al Milan, mi è entrato dentro e da li sono passati tanti campioni. Ne cito due perché mi piacciono: Pirlo e Seedorf. La prima volta a San Siro è stato il derby finito 3-2 con la botta di Seedorf. Ne ho viste tante altre, anche tanti dolori. Quello che mi piaceva di più era il Milan di Ancelotti. Ho le maglie di Kaka, Seedorf, Romagnoli e Inzaghi. Sono orgoglioso di Romagnoli perché ha fatto un percorso super, anche rinunciando a qualche offerta pur di rimanere al Milan: “Mi raccomando, guida bene la difesa come sai fare tu e fai anche qualche gol che hai dei piedi buoni”. Mi piace il 4-3-3 con i terzini che spingono, e i nostri sono molto forti. Bisogna fare segnare Piatek, è uno alla Inzaghi. Spero si sblocchi, perché appena segna poi non si ferma più. Quando posso andare a San Siro vado con 3/4 milanisti di fiducia. Paolo come giocatore, lo dicono i numeri, è stato un campione che ha fatto tutta la carriera al Milan. Era un punto di riferimento per il Milan ma anche per i i tifosi, per l’ambiente e per la società; è stato veramente un esempio di Sport. Sono uno di quelli che pensano “Il Milan ai milanisti”. Sono molto contento perché in società è entrato anche Boban. Sono contento anche del ruolo che ha Maldini e spero che quest’anno possa togliersi delle soddisfazioni

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy