Milan, braccio di ferro con Donnarumma

Milan, braccio di ferro con Donnarumma

Il club rossonero ha deciso di adottare la linea dura con il giovane talento: o rinnovo o esclusione. Sarà decisivo l’incontro con il suo agente Mino Raiola.

di Redazione Il Milanista

MILANO – Situazione ancora in standby quella tra il Milan e Gigio Donnarumma riguardo alla questione rinnovo. Da tempo se ne parla, sono mesi che il prolungamento di contratto del giovane portiere rossonero classe ’99, in scadenza nel 2018, tiene col fiato sospeso la società ma soprattutto i tifosi milanisti. Da una parte i cinesi, Fassone e Mirabelli hanno sempre ribadito di voler provare a trattenere Donnarumma al Milan ad ogni costo, fare di lui il giocatore simbolo della squadra e del club, metterlo al centro del nuovo progetto e farlo diventare la colonna portante intorno alla quale costruire il Milan del futuro; dall’altra Mino Raiola, procuratore di Gigio, che fin da prima del closing continua a tentennare, temporeggia e ha spiegato che, oltre ovviamente alle garanzie economiche, ne vorrà anche di tecniche, aspettando dunque di capire che mercato sarà e se il Milan che ne verrà fuori potrà essere competitivo o meno.

Donnarumma-Milan
Gigio Donnarumma bacia lo stemma del Milan

Braccio di ferro

Donnarumma non ha mai nascosto la sua fede milanista, ma questa volta potrebbe non bastare per calmare le acque e risolvere la situazione pacificamente. Tanto che il Milan avrebbe deciso di intraprendere una strada tanto rischiosa, quanto coraggiosa: linea dura con Gigio e il suo agente Raiola, o rinnovo oppure sarà panchina per tutta la prossima stagione. Come riportato, tra gli altri, anche dalla Gazzetta dello Sport, sembra infatti che a Milanello la pazienza sia quasi finita e che i dirigenti rossoneri siano pronti a lanciare a Donnarumma e al suo entourage l’ultimatum. Da titolare inamovibile alla panchina, se non alla tribuna addirittura, quasi un fuori rosa di lusso.

La mossa strategica del Milan mette pressione a Mino Raiola, che la prossima settimana dovrebbe arrivare a Milano e dunque iniziare a discutere i termini del rinnovo di contratto di Donnarumma con il club di Via Aldo Rossi. Il procuratore potrebbe anche cercare acquirenti immediati per fare in modo di attirare offerte importanti già nella prossima sessione estiva di mercato, ma se la società dovesse continuare per la propria strada e mantenere la linea dura, non darebbero comunque l’assenso alla cessione del portiere, preferendo tenerlo fermo un intero anno per poi perderlo a parametro zero.

L’offerta

Tutto sarà molto più chiaro dopo il primo vero incontro tra la dirigenza rossonera e Mino Raiola: a questo punto il confronto tra le due parti diventa assolutamente decisivo per capire quale potrà essere il futuro di Donnarumma, soprattutto ora che un giovane talento come lui rischia di passare un intero anno senza neanche sfiorare il terreno di gioco. Il Milan è pronto ad offrire a Gigio un contratto da circa 3,5 milioni di euro annui, cifra che viene giudicata congrua per un portiere sì forte, ma comunque ancora molto giovane. La richiesta di Raiola potrebbe essere però più alta (si parla di 5 milioni di euro a stagione), ma adesso è il Milan ad aver il coltello dalla parte del manico. Donnarumma e Raiola sono avvertiti: firma sul contratto oppure stop di un anno, senza se e senza ma. Intanto torna di moda un nome per l’attacco…

IlMilanista.it

1

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy