Taarabt in lite con il Benfica: “Non sono un bambino!” E la società lo mette fuori rosa

Taarabt in lite con il Benfica: “Non sono un bambino!” E la società lo mette fuori rosa

L’ex rossonero si sfoga contro la società portoghese, che lo aveva acquistato per volere dell’ex rossonero Rui Costa

Milano – Adel Taarabt è ormai è in guerra aperta con il Benfica. Il giocatore, che ha indossato anche la maglia del Milan, aveva chiesto la cessione nel mercato scorso, in quanto scarsamente impiegato dall’allenatore. Il club non è riuscito a piazzarlo, e l’ex Qpr si è infuriato. Queste le parole riportate da France Football: “Essere rimasto in squadra in questo modo mi ha fatto impazzire. Il presidente ha organizzato un incontro tra me e l’allenatore. Al mister ho detto che non ho capito, che ho anche giocato con il Milan in Champions League e in Inghilterra per oltre sei anni, io non sono un bambino”. Queste parole hanno scatenato la reazione del Benfica. Il presidente Luís Filipe Vieira ha così sentenziato a TVI: ” Dopo questa intervista, non indosserà mai più la maglia del Benfica . Come possiamo risolvere questo problema? Sicuramente non arriveremo al termine del contratto. Non è un problema di soldi, noi i mezzi per pagare li abbiamo. Non capisco molto di calcio, ma Rui Costa si. Abbiamo visto e rivisto le partite di Taarabt al Milan. Era un buon giocatore. Ma è arrivato con sei chili di troppo”.  Intanto i cinesi studiano il colpaccio dal PSG…

LEGGI ANCHE MILAN ATTACCO DA CHAMPIONS

LEGGI ANCHE IL NO DI MALDINI

LEGGI ANCHE IL SALUTO DI GANDINI

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy