Lo strano caso di Hachim Mastour: dove sei fenomeno?

Lo strano caso di Hachim Mastour: dove sei fenomeno?

La giovane promessa rossonera in prestito al PEC Zwolle ha ormai diciotto anni, ma non riesce a trovare spazio nel Milan

Mastour promesse mancate

Milano – Mastour aveva incantato il mondo quando a soli 14 anni con la maglia della Reggiana, regalando numeri di alta scuola. Tutti i maggiori club italiani ed europei avevano messo gli occhi sul talento marocchino, ma il Milan era riuscito a spuntarla e a ingaggiare il piccolo fenomeno nel 2012. I primi anni Mastour ha continuato ad incantare i tifosi con la maglia del Milan primavera, e il 18 maggio del 2014 arriva la prima convocazione in prima squadra da parte dell’allora tecnico Clarence Seedorf. Il ragazzo però non subentra, e l’esordio è rimandato. L’anno dopo si allena costantemente con la prima squadra rossonera, ma senza mai riuscire a debuttare. Così il Milan lo gira in prestito al Malaga, con l’idea di fargli fare esperienza per poi farlo tornare a casa cresciuto. Ma in un anno passato in Spagna il piccolo fenomeno gioca solamente 5 minuti. Una miseria. In estate Mastour fa rientro al Milan, che però lo gira nuovamente in prestito, questa volta in Olanda al PEC Zwolle, con la speranza che nella terra dei tulipani trovi più continuità. Ora però Mastour ha diciotto anni. E’ giovane si, ma non è più un bambino. E’ cresciuto sia fisicamente che mentalmente, ma il Milan continua a non dargli fiducia e a farlo girovagare per l’Europa. Perché? Per quale motivo una società che punta tanto sui giovani non vuole credere nel marocchino? Perché un club che ha lanciato Donnarumma titolare a 16 anni non prova ad inserire nella prima squadra in maniera seria un promettente diciottenne? Perché una squadra che ha come simbolo Paolo Maldini che ha esordito a 16 anni, divenendo subito titolare, non riesce a lanciare Mastour? I tifosi milanisti sperano che la società abbia fatto la scelta giusta a mandarlo in prestito, perché sprecare un talento di queste proporzioni sarebbe un vero peccato. E intanto un ex giocatore rossonero che ha fatto proprio del talento il suo marchio di fabbrica fa un annuncio shock..

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy