Dalla Cina, nuove accuse a Li Yonghong

Dalla Cina, nuove accuse a Li Yonghong

Nuove accuse nei confronti dell’imprenditore cinese proprietario della Sino-Europe, ma non dovrebbero influire sulla trattativa con il Milan.

Milano – La versione online del giornale cinese NetEase attacca nuovamente Li Yonghong, proprietario della Sino-Europe. Secondo il giornale il passato dell’imprenditore cinese è pieno di operazioni poco limpide. Queste le principali accuse: “Raccolta fondi illegale”, accusa del governo del Guangdong a Li Yonghong (nell’ambito di opere di bonifica nel sud della Cina) nel 2005,
la multa ricevuta per “illegal trading” con l’azienda Duolun quotata alla borsa di Shanghai, doppia identità.Li Yonghong ha usato in passato il nome Li Bingfeng per opearare nella compravendita di aziende come nel caso della Beijing River Group. L’articolo però cita anche i comunicati di Fininvest che chiariscono che tutte queste accuse non dovrebbero influenzare la trattativa tra il Milan e Sino-Europe. Intanto Raiola parla della cordata cinese…

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy