Weah: “Cinesi? Il Milan sarà come il Psg”

Weah: “Cinesi? Il Milan sarà come il Psg”

L’ex rossonero: “il Milan è il Milan, spero che ogni cosa funzioni. Non va bene che la gente allo stadio sia triste”

MILANO – Weah, storico attaccante rossonero, ha parlato alla Gazzetta dello Sport: “Ho avuto una vita molto difficile, a volte a casa non c’era neanche da mangiare, ricordare non mi piace. Poi non ci sono più mia mamma, mio papà, mia nonna: guardo al futuro. Cosa voglio fare in futuro? Essere al servizio dell’uomo. Grazie a Dio sono arrivato a 50 anni, ora spero nella buona salute, che non è facile avere. Voglio lavorare per il mio Paese, per la gente liberiana”.

“Il Milan? Ho visto qualche partita e in effetti non è stata una soddisfazione. Però il Milan è il Milan, spero che ogni cosa funzioni. Non va bene che la gente allo stadio sia triste”.

“I cinesi? Se possono fare una grande squadra, perché no? Con il Psg è stato uguale, per comprare i campioni servono soldi. Se il Milan è stata la squadra più forte mai vista? Sì, quel mio Milan, quello dei due scudetti, era fortissimo. Mai vista una squadra così. L’Italia mi manca. Viva l’Italia, come una volta”. Intanto dalla Cina l’ultimo scandalo…

LEGGI ANCHE SUSO, FAME DI GOL

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy